A- A+
Sport
Tavecchio conquista la Figc. Zaccheroni verso la Nazionale

Ufficiale: Carlo Tavecchio e' il nuovo presidente della Figc. A nominarlo, a due settimane di distanza dalla frase razzista su “Opti Pobà che mangiava le banane”, è stata l'Assemblea elettiva della Federcalcio, svoltasi a Fiumicino. Il numero uno della Lega dilettanti l'ha spuntata al terzo scrutinio con 310.12 voti (63.63%), mentre l'altro candidato, Demetrio Albertini, si e' fermato a 165.47 (33.95%). Le schede bianche sono state 11.79 (2.42%). I voti espressi sono stati 487.38, gli accreditati non votanti 21.62, per un quorum deliberativo di 243.69. Tavecchio succede a Giancarlo Abete, dimessosi dopo il flop mondiale della Nazionale.

LE VOTAZIONI - Con Tavecchio si sono scherati Lega Serie B, Lega Pro e Serie D e la maggioranza dei club di A (anche se a Juve e Roma, oppositori della prima ora, si sono via via aggiunte altre societa'); dalla parte di Albertini, Assocalciatori e Assoallenatori.

I primi due turni di votazione si sono risolti in altrettante "fumate nere". Al primo, Tavecchio ha avuto il 60,2% delle preferenze e Albertini il 35,46% (serviva il 75%); al secondo (con quorum fissato al 66,6%) Tavecchio ha preso il 63,1% e Albertini il 34%.

LE TENSIONI- Prima del terzo turno, la tensione è salita alle stelle tra il presidente della Lazio, Claudio Lotito, e Enrico Preziosi, presidente del Genoa, da una parte, e Andrea Agnelli, presidente della Juventus. "Non e' vero che abbiamo litigato", ha assicurato Lotito. "E' dall'altra parte che sono un po' nervosi...", ha sottolineato lo stesso presidente del Genoa, subito seguito dalla stilettata di Aurelio De Laurentiis: "Casomai e' Agnelli che litiga con tutti".

Restano insomma le divisioni tra i club. Per l'ad della Juventus, Beppe Marotta, i "contrasti dialettici degli ultimi giorni non sono edificanti per il futuro del calcio, credo che il problema non sara' oggi alla votazione ma da domani". Il presidente del Torino, Urbano Cairo, si e' scagliato contro il patron della Lazio circa la possibilita', ventilata nei giorni scorsi, che Lotito abbia la delega al Club Italia ("Tutto ha un limite..") mentre il presidente del Genoa, Enrico Preziosi, ha liquidato quelle rivolte a Tavecchio come "critiche sono dettate da falso moralismo", anche se "l'uscita sulle banane e' stata grave e infelice".

"SARO' IL PRESIDENTE DI TUTTI" - "Dopo la prima sessione di voto ho dovuto chiedere ai miei collaboratori che mi aiutassero a scrivere qualcosa per un ringraziamento dal profondo del cuore". Queste le prime parole del neo presidente. "Ringrazio l'assemblea - ha detto rivolgendosi emozionato alla platea - Oggi, alla presenza delle piu' alte autorita' Uefa c'e' stata una dimostrazione di grande serieta' e comportamento di democrazia. Desidero ringraziare coloro che mi hanno confermato la fiducia e fatto sentire il loro appoggio anche in momenti difficili. Vorrei ringraziare coloro che legittimamente hanno espresso valutazioni diverse. Saro' il presidente di tutti". "Ho tratto molti insegnamenti che certamente mettero' a frutto in un'epoca in cui si da' peso piu' ad apparire che ad essere". Tavecchio ha infine asscurato di voler coniugare, al suo nuovo ruolo, "il mio modo di essere, senza glamour come qualcuno lo ha definito giustamente".

LA NAZIONALE - Ed è già toto-Ct. Con Tavecchio, infatti, il candidato numero uno è Alberto Zaccheroni, che ha appena lasciato la panchina del Brasile. L'altro candidato per il dopo-Prandelli, Antonio Conte, sembra infatti più orientato a scegliere un club, mentre Roberto Mancini sarebbe escluso, secondo i bene informati, a causa dei cattivi rapporti con Lotito, primo sostenitore di Tavecchio.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tavecchiofigczaccheronicontectmancinilotito
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.