A- A+
Sport
Zaza trascina l'Ital-Conte in Norvegia: "Una settimana da sogno"

Conte, contento di questi ragazzi. Chi merita, gioca - Antonio Conte inizia con il piede giusto vincendo anche il suo primo incontro alla guida della Nazionale, valido per le qualificazioni al Campionato Europeo. Ai microfoni di Rai 1 il Ct azzurro ha espresso tutta la sua soddisfazione: "Non era semplice. Da tantissimo tempo non vincevamo in Norvegia. E' stata una partita particolare perche' c'erano in palio i tre punti, adesso dobbiamo migliorare, imparare a conoscerci e progredire sul piano del gioco". L'Italia e' stata brava soprattutto a tenere duro nel momento piu' difficile: "A dire il vero - ha aggiunto - non mi ricordo che Buffon si sia sporcato i guanti, mentre di nostre occasioni pericolose ne ho viste molte. Non sara' facile per nessuno giocare qui". "Noi siamo stati bravi, sono contento - ha spiegato - Questi ragazzi hanno voglia di applicare l'idea di calcio. A volte ci riusciamo, altre meno. Dobbiamo migliorare nel palleggio, ma mi e' piaciuta la voglia di iniziare a giocare da dietro".

"Margini di miglioramento ci devono essere per forza perche' ci alleniamo insieme solo da otto giorni e credo - ha osservato ancora Conte - che sia stato fatto un buon lavoro. Sono contento della disponibilita' di questi ragazzi che sono bravi e hanno voglia di crescere. C'erano 7 nuovi rispetto ai Mondiali. Tutti ragazzi di 23 anni. Del resto, chi merita gioca". E manda un segnale a chi c'era e a chi... non c'era: "La mia Italia ha fame, non fama: non ho bisogno di gente famosa, ma di calciatori che alzino la terra e facciano rizollare il campo, come si dice in gergo calcistico". Balo avrà preso appunti da Liverpool?

Zaza, ho vissuto una settimana da sogno - Simone Zaza, autore di una rete e di una traversa, e' stato uno dei grandi protagonisti della vittoria dell'Italia sulla Norvegia. Ai microfoni di Rai1 l'attaccante del Sassuolo ha spiegato: "Era una partita diversa dall'amichevole contro l'Olanda. Forse gli olandesi erano piu' forti tecnicamente, ma la Norvegia era piu' fisica e ci ha messo in difficolta' soprattutto all'inizio. Poi pero' abbiamo iniziato a giocare e abbiamo fatto bene". "Ho vissuto una settimana da sogno - ha aggiunto Zaza - ora il mio obiettivo e' rimanere in questa squadra e continuare a fare bene". Un Zaza cosi' avrebbe forse fatto comodo anche al Mondiale? "Il Mondiale - risponde - e' passato, pensiamo ad altro". Quanto e' difficile fare l'attaccante con un allenatore come Conte? "E' molto faticoso fare l'attaccante con Conte ma per fare bene occorre lavorare di squadra e bisogna correre".

Bonucci 'avvisa' Balo, 'carattere tallone d'Achille' - "Mario avra' visto le partite". Leonardo Bonucci dai microfoni di Rai Sport lancia un messaggio in bottiglia a Mario Balotelli. "Rimane il fatto che sia un grandissimo giocatore, se fa quello che gli chiede il mister puo' diventare un punto di riferimento, sta a lui - avverte - capire pero' se vuole diventare un elemento importante, perche' - puntualizza - c'e' da correre e da sacrificars". "Come ci siamo lasciati? Non c'e' mai stato nessun tipo di problema. Conosciamo - riprende - il suo carattere: a volte io ho cercato di aiutarlo, gli ho parlato durante i Mondiali, ma il carattere - dice senza giri di parole - e' il suo tallone d'Achille. Lo fa diventare forte e fragile, per il resto e' un grandissimo giocatore".

Florenzi, il Mondiale? Contento di essere tornato - "C'e' stata una grande delusione, perche' un Mondiale dispiace non giocarlo. Non e' stata una lezione, Prandelli ha fatto le sue scelte, ma io avrei preferito esserci. Sono contento di essere tornato". Cosi' Alessandro Florenzi ai microfoni di Rai Sport. "A livello personale stasera ci sono state un po' di cose non andate per il verso giusto a livello personale, non ho trovato bene la mia posizione nel primo tempo, nella ripresa si', nel primo non ero abbastanza attivo in entrambe le fasi - ammette il centrocampista della Roma dopo il 2-0 alla Norvegia nel match di qualificazione agli Europei giocato a Oslo - Per assimilare gli schemi di Conte ci hanno aiutato gli juventini, poi le giocate le impareremo". "Siamo stati subito uniti e abbiamo cercato di fare le giocate chieste dal mister. Non c'e' piu' il tiki-taka? Sono due giochi - osserva - completamente diversi, nessuno sa qual e' il migliore. A me piace di piu' questo... Conte l'ho vissuto di piu' adesso, da nemico era forte, perche' la Juve era molto forte anche se le abbiamo dato filo da torcere e speriamo di fare cosi' anche quest'anno".

Ct norvegese Hogmo, Italia superiore. Ha vinto con merito - "Abbiamo fatto bene nel primo tempo, peggio nella ripresa, ma nel complesso l'Italia e' stata superiore e ha vinto meritatamente". Il ct della Norvegia, Per-Matias Hogmo, commenta cosi' la sconfitta della sua nazionale, battuta 2-0 in casa dagli azzurri di Conte. "La nostra e' una squadra giovane, inesperta, ma siamo sulla buona strada. Anche questa sera - continua Hogmo - abbiamo attaccato, ma appena ci siamo scoperti ci hanno punito. Noi comunque continueremo a inseguire la qualificazione".

Zaza e Bonucci, Italia debutta vincendo in Norvegia

Buona la prima e anche la seconda per Antonio Conte. Il risultato e' lo stesso, il contesto e' diverso: dopo il 2-0 rifilato all'Olanda in amichevole, un altro 2-0 questa volta a Oslo, in casa della Norvegia, e nel match del debutto delle qualificazioni agli Europei del 2016. Primi tre punti in palio e primi tre passi verso la kermesse continentale in Francia per la Nazionale. Decidono le reti di Zaza (primo gol in azzurro) e Bonucci che regalano una vittoria meritata a un'Italia non sempre bella, ma autoritaria, quadrata e cinica. Si comincia con Conte che resta fedele al 3-5-2. Rispetto al test di Bari tra i pali torna capitan Buffon, mentre a centrocampo c'e' Florenzi al posto dello squalificato Marchisio. Confermatissima la coppia d'attacco Immobile-Zaza. Tra i padroni di casa Hogmo si affida al 4-5-1 con King unica punta. Buono l'avvio degli azzurri che gia' al 3' si rendono pericolosi sull'asse Darmian-Zaza. La Norvegia pressa, ma l'Italia le soluzioni per far girare la palla le trova e dopo un tentativo di Florenzi sugli sviluppi di un calcio d'angolo, al 16' la Nazionale passa. Primo gol in azzurro per Zaza che, in area di rigore, trova lo spazio per un sinistro che batte Nyland, beffato dalla deviazione di Nordtveit e dalla posizione sospetta di Immobile. Italia meritatamente in vantaggio, Norvegia per nulla doma, anche se dalle parti di Buffon non e' che si corrano chissa' quali rischi. L'unico vero tentativo e' di King, ma il suo destro non trova la porta. Funziona il centrocampo, Florenzi e Giaccherini garantiscono entrambe le fasi con la loro corsa, De Rossi imposta e protegge la difesa, gli esterni trovano il fondo e limitano i colleghi di reparto norvegesi. Giaccherini trova anche il tiro in due occasioni: al 31' impegna Nyland (che poi anticipa Immobile), al 45' calcia fuori su assist di De Sciglio. Nella ripresa, dopo 5 minuti, Hogmo inserisce Elyounoussi e aumenta il peso offensivo della sua squadra. Italia piu' timida, meno autoritaria e che commette qualche errore di troppo, soprattutto con i difensori in fase di impostazione. La Norvegia prova ad approfittarne, ma al 17' gli azzurri raddoppiano con Bonucci che, di testa, mette dentro l'assist di Pasqual appena entrato al posto di Darmian. Il 2-0 taglia le gambe ai padroni di casa che, al 32', vengono salvati dalla traversa sulla conclusione di Zaza (ben servito da Immobile) e poi da Nyland sul tentativo di testa di Florenzi. Norvegia nel pallone, Zaza ancora vicino al gol. Fa tutto bene l'attaccante del Sassuolo, ma sul suo colpo sotto che scavalca il portiere, Forren salva sulla linea. Entra Destro, l'Italia in contropiede continua a rendersi pericolosa, ma nel finale Immobile e' costretto ad abbandonare il campo in barella. Finisce 2-0 per gli azzurri, ancora una vittoria e una prestazione convincente per la Nazionale di Conte, ma questa volta il successo vale tre punti.

Tags:
zazacontebonuccinorvegiaeuro 2016italia

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mercedes partnership con Phi Beach

Mercedes partnership con Phi Beach


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.