A- A+
Viaggi
Grand Hotel Parker's di Napoli: nuovi spazi e atmosfera magica del Grand Tour

Nel segno dell’ospitalità di eccellenza e dell’atmosfera magica del Grand Tour, con l’arrivo della primavera e della bella stagione, il Grand Hotel Parker’s inaugura i nuovi spazi dedicati agli eventi: la Terrazza Èfebo e la Sala delle Muse.  Intitolata alla scultura in bronzo che rappresenta l’Èfebo Lampadoforo, riproduzione della Fonderia Chiurazzi del prezioso Efebo del 20-10 a.C. rinvenuto a Pompei ed oggi custodito al Mann Museo Archeologico Nazionale di Napoli, la terrazza è il punto più alto dell’hotel e offre una vista a 360° sulla città. La statua da cui prende il nome e che campeggia al centro della terrazza è emblematica: raffigura un giovane guerriero fiero, intento a portare la luce, colto nell’atto di guardare l’orizzonte con gli occhi spalancati sul golfo. “Un simbolo di forza ed eterna giovinezza. Un inno quindi al futuro e alla bellezza viva e palpitante della città”, spiega il general manager dell’hotel, Giampaolo Padula. 

Al sesto piano dell’hotel, ridisegnata e rimodulata dallo Studio Pisani Morace di Napoli per accogliere eventi esclusivi, la Sala delle Muse si presenta nella sua elegante palette di colori, sete e velluti. Le ampie vetrate a tutta altezza sono diaframmi leggeri che separano il dentro dal fuori: la terrazza, naturale prolungamento dello spazio, si offre in tutta la sua bellezza. Qui protagoniste sono altre preziose sculture: sette statue in bronzo che raffigurano figure di donna  avvolte in drappi morbidi e intente a sorreggere un vaso portalucerne. Sono le Muse, le sette divinità olimpiche di Lesbo, figlie di Zeus e Mnemosine, che nell’antica Grecia erano simbolo di arte, saggezza, persuasione ed eloquenza. Realizzate anch’esse dalla Fonderia Chiurazzi, costituiscono un gruppo bronzeo di grande impatto visivo, che ormai è diventato icona dello storico hotel e della terrazza. 

Il Grand Hotel Parker’s è unico a Napoli per le sue caratteristiche e sinonimo di ospitalità fin dal 1870, quando George Bidder Parker, biologo marino inglese, decise di farsi mettere sul conto l’intero albergo dove amava alloggiare. Da allora il Grand Hotel Parker’s, uno dei più antichi della città, non ha mai smesso di essere un’eccellenza e ad accogliere i più importanti ospiti a livello internazionale, da Virginia Woolf a Gorge Bernard Show, da Sofia Loren agli U2. L’edificio gode di posizione privilegiata con una vista strepitosa sulla città e il golfo che spazia dal Vesuvio passando per la penisola sorrentina, Capri fino alla collina di Posillipo. L’albergo offre 82 camere e suite di cui molte di recente ristrutturazione che non ha però alterato il carattere storico che contraddistingue l’hotel. Completamente rinnovato è invece l’ultimo piano dove si apre la sala colazione e banchetti, la Krug Lounge ed il nuovo ristorante George la cui cucina, rigorosamente a vista, è affidata al giovane chef Domenico Candela, poco più che trentenne ma con importanti esperienze presso pluristellate cucine francesi.

 

 

Commenti
    Tags:
    napolideanfuorigrotta
    in evidenza
    Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

    Neymar superato da Leo

    Messi il Re Mida del calcio
    110 milioni per tre anni al PSG

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


    casa, immobiliare
    motori
    Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

    Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.