Culture

I suoni per un'architettra: Pugliese in Fondazione Pomodoro

 

Milano (askanews) - La scultura come relazione con lo spazio, con in più l'intervento sonoro, che aggiunge frequenze e vibrazioni ai lavori e al luogo che li ospita. La Fondazione Arnaldo Pomodoro a Milano presenta la sua ottava "Project Room", sotto forma del "Concerto per architettura" di Roberto Pugliese, con la curatela di Flavio Arensi."La mostra - ha spiegato l'artiata - è incentrata sull'architettura dello spazio stesso della Fondazione. Io sono partito dalle piante architettoniche che sono state tradotte in frequenze e successivamente in una composizione".Composizione che poi è andata in scena nella galleria milanese. In mostra anche altri lavori sonori, che documentano sempre una relazione forte con la composizione musicale che però talvolta, come accade nel caso del lavoro "Risonanti pressioni materiche", nasce dalla stessa creazione dell'opera d'arte."E' una scultura a parete realizzata in ceramica: sono stato a Faenza, dove sono state prodotte le ceramiche dell'opera e ho effettuato delle registrazioni carpendo tutti i suoni legati alla produzione dell'opera stessa. Questi suoni sono stati successivamente processati e inseriti all'interno dell'opera".Lo spazio dunque prende vita, anche attraverso i suoni di Pugliese, non solo quelli del concerto. Emozioni che rimandano a un'idea di scultura più vicina alla natura impalpabile della musica.

-->