A- A+
Affari Europei
I russi contro la distruzione del cibo embargato

Il 48% dei russi non vede di buon occhio la decisione del Cremlino di distruggere i prodotti alimentari, che vengono importati in violazione dell'embargo, varato in risposta alle sanzioni occidentali l'anno scorso. Lo rivela un sondaggio del centro indipendente Levada. Secondo gli intervistati, sarebbe meglio dare il cibo agli orfanotrofi, ai senza tetto o agli ospedali.

Sempre stando allo stesso sondaggio, il 66% dei russi e' contrario anche alla proposta di vietare l'acquisto da parte di strutture pubbliche di apparecchiature occidentali di alta tecnologica nel campo medico-sanoatrio, tra cui incubatrici per neonati e apparecchi a raggi X. Fino ad oggi i prodotti alimentari occidentali sotto embargo in Russia, una volta arrivati alla frontiera venivano rispediti al mittente.

Un decreto firmato dal presidente Vladimir Putin, dal 6 agosto ne prevede ora la distruzione, ufficialmente per combattere il contrabbando: a oggi oltre 100 tonnellate di sono frutta, verdura e formaggi sono state interrate e la carne distrutta. La misura e' stata duramente criticata in Russia sia da esponenti del mondo politico, che della societa' civile. Una petizione, firmata da oltre 300.000 persone, ha chiesto al Cremlino che il cibo venga distribuito tra i piu' poveri, mentre qualcuno ha proposto di spedire tutto alla popolazione dell'Ucraina orientale.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
russiaembargocibo
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.