A- A+
Affari Europei
Migranti, l'Ue accusa l'Italia: "Rimpatri insufficienti"

Nuovo capitolo nella recente storia di scontri, polemiche, frecciate e critiche tra Unione Europea e Italia. Stavolta tocca al tema dell'emergenza immigrati. "L'Italia ha compiuto oltre 14 mila rimpatri di persone che non avevano diritto all'asilo nel 2015 e ha partecipato a 11 voli Frontex congiunti di richiedenti asilo respinti", ma "questo resta insufficiente nel contesto di oltre 160mila arrivi" nello scorso anno.

Così il rapporto della Commissione Ue sull'Italia in cui si sottolinea che, se le strutture di ricezione sono "già ampiamente sufficienti" per i richiedenti asilo da ricollocare, sono invece "evidenti gravi carenze" di sistemazioni pre-rimpatri con solo 420 posti. Bruxelles torna a pungolare l'Italia, si aspetta la reazione del governo Renzi.

Tags:
migrantirimpatri





in evidenza
Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."

La confessione intima

Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."


in vetrina
Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina

Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina


motori
Toyota e WEmbrace Games: uniti per l'inclusione nello sport

Toyota e WEmbrace Games: uniti per l'inclusione nello sport

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.