I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Affari di Genio
Mi troverai sotto "V"
Foto: LaPresse

“Vivo nell'era dei computer e la adoro! Ho abbracciato a lungo pixel, postazioni di lavoro multi-schermo e la superstrada delle informazioni. Posso davvero immaginare un mondo senza carta. Eppure, sono cresciuto in un posto molto diverso. Quando sono nato, nel 1960, il giornale era il luogo in cui venivano registrate grandi conoscenze. Nella mia casa, per tutti gli anni '60 e '70, la nostra famiglia adorava la World Book Encyclopedia (2)… 

I miei genitori erano frugali. A differenza di molti americani, non comprerebbero mai nulla allo scopo di impressionare le altre persone o come qualsiasi tipo di lusso per se stessi. Ma hanno felicemente comprato il World Book, spendendo una somma principesca in quel momento, perché così facendo davano il dono della conoscenza a me e mia sorella… Dato come ho adorato il Word Book, uno dei miei sogni d'infanzia è stato quello di contribuire. Ma non è che puoi chiamare la sede del World Book a Chicago e suggerirti come scrittore. Il World Book deve trovarti. Qualche anno fa, che ci crediate o no, finalmente è arrivata la chiamata: "Ti piacerebbe scrivere la nostra nuova voce sulla realtà virtuale?", hanno chiesto.

Non potevo dire loro che stavo aspettando da tutta la vita questa chiamata. Tutto quello che potevo dire era: "Sì, certo!" … A volte, quando sono in una biblioteca con i miei bambini, non riesco ancora a resistere sotto e faccio dare loro un'occhiata sotto la lettera "V" (Virtual Reality, "Realtà Virtuale"). Il loro papà ce l'ha fatta.”

Che ne pensi? I genitori sono riusciti a trasmettere al protagonista del racconto il piacere di imparare leggendo?

Direi di sì… E lui a sua volta l’ha trasmessa ai suoi figli. 

Sai chi racconta questa storia?

Randy Pausch, uno dei padri della realtà virtuale e anche l’autore di uno dei discorsi più motivanti di sempre: è noto comunemente come “L’ultima lezione” (poiché l’ha tenuta poco tempo prima di morire di cancro), ma in realtà si intitola “Realizzare davvero i sogni della tua infanzia”(3), ed è il testamento spirituale che Randy lascia ai suoi figli, oltre che a noi. L’episodio che ti ho riportato sopra è uno dei suoi sogni realizzati. .

Mi troverai sotto "V" (1)

Ho voluto raccontarti la commovente storia vera di R. Pausch perchè nello scorso post di questa rubrica ti avevo promesso che ti avrei svelato dei segreti per trasformare i nostri figli in super-lettori appassionati alla "Hermione Granger", anche se in questo momento vedono i libri solo come un complemento d'arredo...

Come ti sarai reso conto anche rispondendo alle domande del test dello scorso post, è che se tu non ami leggere, difficilmente riuscirai a far appassionare i tuoi figli alla lettura.

Ma senza dubbio, dalla storia di Randy possiamo dire che è vero il contrario: se tu ami leggere - e lo sai trasmettere nel modo migliore - anche i tuoi figli ameranno la lettura.

Come possiamo quindi seguire l’esempio dei genitori di Randy?

Eccoti alcuni spunti:

LORO: Avevano sempre voglia di imparare nuove cose e hanno condiviso la loro passione leggendo insieme ai figli e creando una forte aspettativa rispetto all’arrivo dei nuovi volumi. 

TU: 

  1. Racconta ai tuoi figli cosa ti appassiona. 
  2. "Studia" i tuoi figli e fai loro domande che stimolino la loro curiosità senza dare loro le risposte, ma dicendo loro dove le possono trovare, ad esempio, portandoli in biblioteca.

LORO: La lettura per loro era il dono più prezioso perché permetteva ai figli di imparare informazioni che avrebbero nutrito la loro mente, a prescindere da quello che avrebbero fatto nella vita, alimentando la loro curiosità – e quindi la loro cultura, il loro lessico e la loro capacità di comprendere il mondo – a 360°.

TU:  

  1. Se i tuoi figli ti chiedono il significato di una parola, anziché dirglielo subito, cercalo con loro sul dizionario. Ce ne sono di bellissimi adatti a ogni età. 
  2. Fatti consigliare da un bravo libraio e regala loro libri suscitando aspettativa rispetto a quello che possono scoprire leggendo. Come? Leggili prima tu! Almeno in parte. 

Anche se all’inizio ti costerà uno sforzo, vedrai che ogni mattoncino messo, cioè ogni libro letto, renderà il loro mondo più ricco e più grande e loro “marinai” sempre più capaci di orientarsi nella complessità.

 

Massimo De Donno 
Ideatore del Metodo Genio in 21 Giorni

 

NOTE: 
(*1)  R. Pausch, “The Last Lecture”, pp. 40-42 (edizione inglese).
(*2) I sottolineati sono miei (N.d.R.).
(*3) Questo è il video sottotitolato in italiano: https://www.youtube.com/watch?v=YmV41wh42kw. Guardalo con i tuoi figli: è semplicemente meraviglioso!

Commenti
    Tags:
    gestione del tempoproduttività
    in evidenza
    Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

    Foto mozzafiato della soubrette

    Wanda Nara, perizoma e bikini
    Lady Icardi è la regina dell'estate

    i più visti
    in vetrina
    Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

    Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena


    casa, immobiliare
    motori
    BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

    BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.