I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Affari di Genio
Vuoti di memoria: come eliminarli definitivamente

Ti è mai capitato di pensare “ce l’ho sulla punta della lingua” quando ti chiedono un’informazione? 

Hai presente quanto è fastidioso se succede con il tuo capo o un cliente? 

Certo, poi magari la parola ti viene in mente ma intanto hai fatto una figuraccia. E comunque non hai lasciato l’impressione di professionalità e di prontezza che avresti voluto. 

Potresti pensare che sia solo una questione di età, che stai cominciando a perdere colpi perchè ormai non sei più un ragazzino… ma ti posso assicurare che questa NON è assolutamente la vera causa del tuo problema. 

Devi sapere infatti che, oltre ai corsi per studenti universitari, abbiamo una divisione aziendale che sviluppa corsi specificatamente solo per adulti, professionisti e imprenditori che vogliono migliorare le loro performance di apprendimento e di resa lavorativa. 

Statistiche alla mano, puoi avere 50 o 60 anni e più ma il problema, se hai vuoti di memoria, NON è l’età. 

É invece una questione che dipende dal come stai utilizzando le tue personali e specifiche capacità di apprendimento. Pensaci, è molto logico: dai tempi della scuola in avanti, nessuno mai ti ha insegnato che potevano esistere modi diversi per studiare e memorizzare che non fossero semplicemente il leggi-sottolinea-ripeti. 

Qualcuno, un pò più determinato si è abituato a fare riassunti e schemi, ma con un dispendio di tempi ed energie enorme. 

Succede così che passa il tempo, la vita professionale inghiotte ogni minuto possibile e anche solo l’idea di rimetterti davanti ad un libro ti fa venire il mal di pancia. 

Anche se quel libro potrebbe fare tutta la differenza fra l’avere o non avere un netto miglioramento professionale…

Magari tu sei una di quelle persone molto determinate che già si impegnano a leggere almeno un libro a settimana ma… quanto ricordi dopo qualche mese di quello che hai letto? Neanche fosse stato tutto inghiottito da un gigantesco vuoto di memoria, vero? 

Vuoti di memoria: la soluzione esiste, a prescindere dall’età

Prima di tutto considera che il vuoto di memoria può essere causato dallo stress o dal numero eccessivo di informazioni che il tuo cervello sta gestendo in quel momento. 

Invece, niente di più facile, di fronte ad un vuoto di memoria noi tendiamo ad innervosirci, rallentando così il recupero dell’informazione. 

Per questo motivo l’unica soluzione capace di risolvere il problema alla fonte sta nel lavorare sulle modalità con cui tu “archivi” e “recuperi” dalla tua memoria le informazioni che ti interessano. Spiegarti il come fare nel dettaglio non è qualcosa che si può fare in poche righe, se desideri approfondire puoi contattare una delle nostre 30 sedi in Italia. 

Quello che invece voglio fare ora è darti una serie di suggerimenti da pronto intervento con cui liberarti velocemente da un vuoto di memoria fastidioso che potrebbe compromettere la tua performance professionale in questo momento: 

  1. SCRIVI SENZA PENSARE UNA LISTA DI PAROLE: le prime 10 che ti vengono in mente di solito contengono o ti fanno richiamare quella che cerchi.
  2. STAI CALMO: respira lentamente per qualche secondo, così ossigeni il cervello e lo focalizzi su una cosa sola, il respiro. È un po’ come spegnere e riaccendere il pc quando si è impallato.
  3. VAI VIA... Di’ agli altri che, appena ti verrà in mente la parola, glielo farai sapere, così raggiungi 2 obiettivi: non li tieni impegnati ed elimini lo stress di essere al centro dell’attenzione mentre sei in difficoltà.
  4. CAPITA A TUTTI! I vuoti di memoria spesso sono causati dallo stress o dalla mancanza di sonno, non dall’età: ti è mai capitato di cercare di consolare tua figlia/o perché “La sapevo! Ma non mi veniva in mente niente.” L’emozione gioca brutti scherzi a tutte le età!

Vuoti di memoria: 5 strumenti per prevenirli

Dalla nostra ricerca sulle performance di apprendimento, abbiamo visto che ci sono alcuni strumenti che, pur non risolvendo il problema alla fonte, sono però sicuramente un utile allenamento preliminare. Eccoli: 

  1. Brain training: scarica un’app ed esercitati! 
  2. Medita! C’è un’app molto bella, “Headspace” (la trovi qui: https://www.headspace.com/), con meditazioni anche di soli 3 minuti: questo aiuta il cervello a “fare spazio” tra i pensieri.
  3. Impara delle tecniche di memorizzazione: ciò ti permette di creare dei ricordi “più a fuoco”, per così dire, perché sfrutti meglio le caratteristiche del tuo cervello per acquisire le informazioni.
  4. Riposa. Il tuo cervello è affaticato, quindi meno veloce nel recuperare le informazioni. Organizzati per dormire almeno 6 ore.
  5. Fai sport. Anche pochissimo. I 7 famosi minuti o anche solo un po’ di stretching possono fare una grande differenza e trovi diverse APP ormai che ti danno idee e promemoria per farlo con continuità.

Vedrai che curare mente e corpo è la migliore soluzione anche per i vuoti di memoria e che basta veramente la più piccola azione per ottenere risultati. Prova per credere!

Massimo De Donno 
Ideatore del Metodo Genio in 21 Giorni

Commenti
    Tags:
    gestione del tempoproduttività
    in evidenza
    Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

    Savelletri, Torre Canne e...

    Vacanza da sogno per i Ferragnez
    In Puglia tra masserie di lusso

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


    casa, immobiliare
    motori
    Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

    Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.