I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
L'ascensore, i top e i flop TV
Facchinetti e la bergamasca RTL102.5 fanno il botto con “Rinascerò rinascerai”

La sua Bergamo piange da settimane. Il Coronavirus, un mostro invisibile arrivato all’improvviso nella nostra vita, ha messo a dura prova la città di Roby Facchinetti, poi l’Italia e il mondo intero. Bergamo adesso si lecca le ferite, ma vuole rinascere. Rialzarsi. E lo farà. Perché la speranza è sempre l’unica luce che riesce ad illuminare come un faro i giorni più bui.

Facchinetti, da alcune settimane, è protagonista di un’iniziativa ricca di amore e solidarietà: il suo brano “Rinascerò, rinascerai” - scritto a quattro mani con Stefano D’Orazio - ha dato il via ad una raccolta fondi per l’ospedale civile di Bergamo. La canzone ha raggiunto un vero e proprio record assoluto su YouTube e in radio. Tutti la cantano come se fosse l’inno alla speranza. Che gli italiani non hanno mai perso. Nemmeno per un istante in queste settimane. 

“Un brano composto di getto, di notte, al pianoforte e con le cuffie - ha raccontato Facchinetti al programma del mattino Nonstopnews - in cui ho provato a riversare tutto il mio dolore, ma anche la speranza per l’immediata rinascita della città in cui sono nato e sempre vissuto".

Poi e poi è arrivata la pubblicazione e diffusione a tempo di record della canzone dedicata a Bergamo. "La mia città - ha ricordato Roby Facchinetti - colpita da questa epidemia che si è diffusa in Italia e nel mondo. Stefano D'Orazio ha colto immediatamente il senso di ciò che volevo fare, scrivendo lo splendido testo, che accompagna la mia musica. Tutto questo è arrivato alla gente, perché l’effetto stato immediato e travolgente: ad oggi, quasi 12 milioni di visualizzazioni, su YouTube, per la canzone. Frutto esclusivamente del passaparola e dell’impegno del nostro partner, Rtl 102.5”, ha raccontato nel suo intervento. 

Appena è nata questa canzone, che è un inno alla speranza, è stata RTL 102.5 - la radio più ascoltata d’Italia è stata partner dell'’iniziativa. RTL102.5, lo ricordiamo, è nata a Bergamo e da lì èpartita alla conquista del mercato radiofonico del Paese. 

“In tanti Paesi - è ancora un commosso Facchinetti a parlare - mi hanno chiesto di poter tradurre il brano, per pubblicarlo, come segno di attenzione e amore per tutta Italia. Sono felicissimo di tutto questo, frutto solo del mio amore per Bergamo, le mie radici e la musica. Grazie a RTL102.5 e al suo presidente, Lorenzo Suraci, per essersi messi a disposizione, senza chiedere altro che partecipare a un omaggio alla città simbolo della tragedia del coronavirus. Per ripartire, tutti insieme”. 

“Rinascerò, rinascerai” è il simbolo di un’Italia che vuol rialzarsi. Camminare. Correre. Vincere. Come è sempre accaduto. Perché l’Italia è un grande Paese.

Tags:
roby facchinetticoronavirus
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena


casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021

Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.