I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
L'avvocato del cuore
Coniugi separati: i diritti in caso di morte e successione ereditaria

“Caro Avvocato, 

mi chiamo Alessandra, ho 58 anni, sono sposata con Luigi, 12 anni più grande di me. Purtroppo, a causa di incompatibilità caratteriali divenute ormai insormontabili, il nostro rapporto è in crisi. Pochi giorni fa, mio marito si è rivolto a un avvocato per chiedere la separazione. Quali diritti potrò vantare se, una volta separati, Luigi dovesse venire a mancare?”

Gentile Signora, 

il codice civile risponde al Suo quesito prevedendo che, in determinate circostanze, il coniuge superstite separato continua a essere titolare dei diritti riconosciutigli dal giudice della separazione. Questo perché il vincolo matrimoniale non viene meno con la separazione, ma è come se fosse “sospeso”. In particolare, l’art. 548 c.c stabilisce che sia nell’ipotesi di separazione consensuale, sia in quella giudiziale, il coniuge superstite ha gli stessi diritti successori del coniuge non separato. Salvo il caso nel quale la separazione sia stata addebitata al coniuge che deve ricevere l’eredità. Quali sono questi diritti successori? Innanzitutto la quota di legittima di ½ del patrimonio del de cuius, se il coniuge superstite non concorre con figli, ⅓ in presenza di un solo figlio e ¼ se ci sono più figli. Poi, abbiamo i diritti d’uso e di abitazione sulla casa familiare qualora il coniuge separato vi abitasse effettivamente al momento dell’apertura della successione.

Al contrario, come anticipato, se al coniuge superstite è stata addebitata la separazione non può acquisire alcun diritto successorio. Poi, solo nell’ipotesi nella quale, al momento dell’apertura della successione, il coniuge superstite percepisce il mantenimento dal de cuius, gli viene riconosciuto un assegno vitalizio. Tale assegno è dovuto a prescindere dalla permanenza di un effettivo stato di bisogno ed è commisurato alle sostanze ereditarie e alla qualità e al numero degli eredi legittimi. Naturalmente il presupposto è che il coniuge ricevesse il mantenimento già in vita e, comunque sia, l’assegno non sarà di entità superiore a quella della prestazione alimentare goduta prima della morte del de cuius.

Se dopo la separazione, Lei e Suo marito voleste divorziare, la situazione sarebbe totalmente differente poiché l’ex coniuge superstite viene estromesso dall’asse ereditario. Tuttavia, esiste un’eccezione disciplinata dall’art. 9-bis della L. 1 dicembre 1970 n. 898 (legge sul divorzio): all’ex coniuge, al quale è stato riconosciuto l’assegno divorzile, se versa in stato di bisogno dopo il decesso dell’obbligato, può godere di un contributo periodico a carico dell’eredità. Il giudice, per quantificarlo, dovrà considerare l’importo dell’assegno, l’entità del bisogno, l’eventuale pensione di reversibilità, le sostanze ereditarie, il numero e le qualità degli eredi e le loro condizioni economiche. 

Dunque, cara Alessandra, prima di dirLe con certezza quali diritti successori potrebbe avere, dobbiamo capire quale sarà l’epilogo della causa di separazione che verrà instaurata, se sarà a lei addebitata o se, eventualmente, si intraprendesse e definisse il procedimento di divorzio.

Studio Legale Bernardini de Pace*

 

Commenti
    Tags:
    coniugi separati morte successioneconiugi successione ereditariaconiugi separati eredità
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Super Lega come Black Mirror 'Bloccati in un eterno Trofeo Tim'

    Ironia social

    Super Lega come Black Mirror
    'Bloccati in un eterno Trofeo Tim'

    i più visti
    in vetrina
    Quelli che il calcio, Mia Ceran: annuncio a sorpresa in diretta tv

    Quelli che il calcio, Mia Ceran: annuncio a sorpresa in diretta tv


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Mercedes EQB, il suv elettrico in formato famiglia

    Nuova Mercedes EQB, il suv elettrico in formato famiglia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.