I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
I tre obsoleti
L'ex manicomio di Volterra
Il corridoio di uno dei padiglioni manicomiali di Volterra

Poco distante dal cuore pulsante di Volterra si nasconde “la bocca dell’inferno” o “il luogo del non ritorno”.
Ovviamente sto parlando dell’ex manicomio di Volterra, un ospedale psichiatrico edificato nel 1887 dove terapie invasive come l’elettroshock e la lobotomia erano all’ordine del giorno.
Negli anni ’50 e ’60 era uno dei manicomi più grandi di Italia, con oltre 100.000 mq di volume.
Dal 1978, dopo la Basaglia (legge che impose la chiusura definitiva dei manicomi), i tanti padiglioni giacciono nel più totale abbandono, ormai meta preferita di turisti, fotografi e curiosi.
Un particolare ricordo della sofferenza di questo luogo sono i graffiti di Nanneti Oreste Fernando, un paziente che con la fibbietta della divisa dei matti reclusi, ha inciso sul muro esterno del padiglione Ferri 180 metri di opere enciclopediche, sentimenti, biografie e crimini subiti, firmandosi come “NOF4”.
L’ospedale psichiatrico di Volterra divenne protagonista del videoclip musicale “ti regalerò una rosa”, di Simone Cristicchi, con la quale vinse nel 2007 il 57° Festival di Sanremo della categoria “campioni”

Per altre foto dell'ex manicomio di Volterra clicca qui, blog de I TRE OBSOLETI

-Foto e articolo di Daniel Santucci

Commenti
    Tags:
    manicomio volterravolterrai tre obsoletiurbex daniel santuccidaniel santucciex manicomio
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    i più visti
    in vetrina
    Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia

    Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia


    casa, immobiliare
    motori
    Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

    Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.