A- A+
Blog AI

Il 2020 di certo non è stato un anno facile per il settore del marketing.

In effetti, questo periodo è stato complicato sotto numerosi punti di vista: l’emergenza Covid-19 ci ha portato a fare i conti con una realtà diversa, ci ha privato delle nostre sicurezze, ha messo in crisi vari settori e l’occupazione di moltissime persone. Si è verificato un vero e proprio calo degli investimenti e dell’andamento dei business: di conseguenza, anche l’ambito della promozione ha attraversato mesi problematici.

I gadget pubblicitari rispecchiano non solo un determinato marchio, ma anche la fase in cui vengono prodotti. Facciamo qualche esempio: è ovvio che nel mese di dicembre vengano fatti omaggi a tema natalizio, così come a giugno-luglio i regali aziendali sono indicati per l’estate in arrivo – asciugamani da spiaggia, palloni da beach volley ecc.

Nel 2020 vi sono stati fondamentalmente due protagonisti nel campo dei doni con logo per clienti e dipendenti: le mascherine di tessuto e le bottigliette di gel idroalcolico. Due opzioni che testimoniano alla perfezione, purtroppo, le esigenze del momento.

Per ora, l’inizio del 2021 sembra aver ricalcato queste tendenze. La speranza è che nei prossimi tempi si possa intraprendere la strada che ci condurrà alla tanto agognata normalità, grazie alla campagna vaccinale e alle misure precauzionali.

Nel frattempo, i gadget personalizzati restano uno strumento importantissimo, volto al consolidamento del bacino di utenza delle imprese, della brand identity e dell’immagine che i professionisti diffondono di sé.

Fare un regalo aziendale personalizzato vuol dire anche rafforzare il legame con la community, con gli utenti, con e tra i dipendenti. Un gruppo di lavoratori che indossa la stessa maglietta (o la stessa mascherina!) si sente parte integrante di un team, con effetti positivi sul rendimento e sull’atteggiamento nei confronti degli ostacoli.

Limitandoci al periodo attuale, doni come le mascherine e i gel idroalcolici sono emblematici anche sotto questo aspetto. Non hanno solo fini promozionali, ma servono a comunicare cura per il destinatario e attenzione per la sicurezza. In generale una strategia vincente, che miri dritto al cuore delle persone, non può prescindere dai gadget.

 

I trend del mercato dei gadget nel 2020

Nel 2020, oggetti come le mascherine e le boccette di gel idroalcolico sono stati molto più popolari rispetto ai gadget di sempre.

Le bottigliette di gel, in un certo qual modo, erano già adoperate in questo settore: erano però limitate a contesti lavorativi come le aziende sanitarie e farmaceutiche, mentre dall’anno scorso si sono diffuse molto di più un po’ ovunque.

Le mascherine sono state una maggiore novità, anche perché ai modelli per adulti si sono affiancati quelli per bambini – a maggior ragione da confezionare con tessuti comodi e confortevoli, perché spesso i più piccoli manifestano insofferenza verso questo accessorio. Ai primi posti dei gadget con logo del 2020 vi sono le mascherine di cotone e poliestere, nonché quelle chirurgiche, FFP2 e FFP3.

Le borracce hanno superato le tradizionali tazze e tazzine da caffè, per il motivo di cui già abbiamo parlato (la borraccia personale è emblema di sicurezza). Insieme a tutti questi elementi, sono stati molto venduti anche gli strumenti per smart-working (penne e pen-drive, bloc-notes e quaderni, e perché no, palline antistress).

Gadget aziendali personalizzati: Quali sono le previsioni per il 2021?

Lo abbiamo chiesto al team di StampaSi: quali trend dobbiamo aspettarci per il 2021 nel ramo dei gadget aziendali?

I calendari personalizzati si collocano tra i gadget storici di sempre, che non passano mai di moda e sono comunque tra i più venduti in assoluto. Rimangono intramontabili altri articoli di sempre, i tanti evergreen, come le shopper, le penne, i bloc-notes, le t-shirt e le chiavette USB.

Questi sono soltanto alcuni esempi, ma la scelta varia in base al contesto e al target di riferimento. A volte è opportuno fare un regalo più di lusso, dai tablet alle chiavette USB con luce a LED incorporata. Altre volte è meglio puntare a un omaggio “verde”, ricavato da materiali ecologici come il bambù e la carta riciclata.

In questi primi mesi del 2021 tra gli omaggi più utili troneggiano sempre le mascherine. Queste, in linea di massima, sono realizzate con materiali come il cotone, il poliestere, il TNT e la microfibra, e sono riutilizzabili e lavabili sia a mano sia in lavatrice.

Fino a quando non terminerà l’emergenza Coronavirus, la mascherina sarà un accessorio fondamentale per tutelare coloro che ci circondano. Essa va ovviamente associata a ulteriori precauzioni, come la distanza e tutte le altre regole che ci vengono ricordate giorno dopo giorno. A seconda delle necessità si può optare per i modelli in tessuto o per quelli con filtri, certificati come dispositivi individuali di protezione.

Ipotizziamo che, nella fase corrente, anche le bottigliette di gel igienizzante restino tra i gadget più venduti. È possibile far stampare il logo sul fronte del flaconcino, o del porta-gel da parete se si propende per questa decisione (ideale per bar, ristoranti e negozi).

Ma, quindi, i prodotti tradizionali saranno messi da parte? Assolutamente no! Innanzitutto, anche in virtù di realtà come lo smart-working, saranno spesso acquistati gadget personalizzabili come le penne, i taccuini, le pen-drive, le matite, gli evidenziatori, i power bank e così via. Tutti utensili importanti in un ufficio, che sia a casa o fuori.

La nostra previsione è che entro la fine del 2021 si concilieranno due orientamenti: quello – per forza di cose – connesso all’emergenza, e quello che aspira a riprendere i classici gadget personalizzati. Tra l’altro, se tutto andrà bene in quest’anno potrebbe ripresentarsi la possibilità di programmare meeting, convegni ecc. Ciò amplierà senza dubbio l’assortimento di doni aziendali per dipendenti e clienti.  

Buoni motivi per promuovere un brand con i gadget personalizzati

I gadget personalizzati con un logo, con una frase o con un motto aziendale sono indispensabili per una serie di motivi:

· per incrementare la popolarità di un marchio;

· per premiare gli impiegati e i collaboratori;

· per fidelizzare la clientela;

· per attirare nuovi curiosi;

· per trasmettere un messaggio.

È incredibile come un semplice oggetto, magari anche molto piccolo, possa contribuire al raggiungimento di tutti questi obiettivi. Eppure gli articoli di questo tipo sono mezzi di storytelling, nonché autentiche manifestazioni di premura.

Il merchandising è essenziale per la brand reputation. I gadget personalizzabili rappresentano i valori di una certa vision, tramite elementi come la selezione dei materiali, le tinte, la scelta del prodotto stesso. Ad esempio, soluzioni come le bic eco-friendly mostrano una notevole sensibilità verso l’ambiente e la natura.

Chiaramente, i gadget con logo riportano il nome di un’attività e lo mettono in evidenza. Anche questo significa fare pubblicità a un progetto. Inoltre le tonalità evocano precise sensazioni, a tal punto che si parla di psicologia dei colori nel marketing.

In tutte le strategie di marketing, i gadget personalizzati con logo rimangono un eccellente mezzo di comunicazione!  

Tags:
gadget aziendali
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Citroën firma la serie speciale C3 «Elle»

Citroën firma la serie speciale C3 «Elle»


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.