I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Imprese e Professioni
Borsa Italiana. ISAGRO alla STAR Conference parla di futuro

Giorgio Basile, presidente e azionista di riferimento di Isagro SpA, quotata al segmento Star di Borsa Italiana, ha introdotto il proprio intervento rivolto a investitori e giornalisti del settore, con queste parole: “Non vi racconterò solo che cosa stiamo facendo, ma anche che cosa vogliamo fare”.

Perché se Giorgio Basile continua ad essere orgoglioso del fatto che ad Isagro, pur essendo una società piccola se confrontata con i colossi multinazionali del settore, sia sempre stata riconosciuta la caratteristica di saper inventare nuove molecole, non può però sottacere una certa scontentezza di tipo strutturale, non certo conseguenza del modello di business adottato. Anzi, il payoff aziendale “Italian creativity for plants health” è tuttora perfettamente in linea con strategia e operatività.

LA CULTURA DELLA RICERCA

La cultura ereditata da Montedison, però, non porta di per sé implicitamente la forza per sviluppare la ricerca. "Si rischia di sovraspendere e al contempo di sottoinvestire: è molto pericoloso, dato che i costi in pochi anni sono lievitati sensibilmente" prosegue Giorgio Basile.

isagro

Quindi il nuovo obiettivo che si pone Isagro è sì di continuare a investire nel discovery di nuove molecole di origine chimica, ma fino alla fase del pre-sviluppo, licenziando poi i diritti di sviluppo vero e proprio, attività questa che rappresenta la larga parte dei costi di R&S, ad operatori terzi con le relative capacità finanziarie ed organizzative, ma sprovvisti di ricerca innovativa o di quella specifica molecola. Questo, mantenendo al contempo la proprietà intellettuale ed incorporando diritti di sfruttamento su base locale.

Le risorse così rese disponibili saranno utilizzate per  accelerare la crescita nel settore delle biosolutions, anche grazie ad acquisizioni mirate.

IL BILANCIO 2018

Con gli interventi del GM Davide Ceper e del CFO Ruggero Gambini, si è poi sottolineato il fatto che, nonostante uno scenario di tassi di cambio decisamente sfavorevole, l’andamento societario del 2018 ha confermato e migliorato i risultati dell’anno precedente.

C’è però una tematica di fondo che non permette una corretta valutazione del valore dell’azienda e del suo potenziale futuro. Il necessario principio di prudenza che da un punto di vista contabile viene correttamente applicato nelle poste di bilancio, non può rispettare il reale valore di mercato e finisce con il deprimere una corretta visione delle cose.

Non a caso, tramite semplici e comprensibilissimi esempi, Giorgio Basile, cui sta a cuore l’interesse del 100% degli azionisti e non solo dell’azionista di riferimento, ha portato all’attenzione dei presenti alcuni aspetti degli assets che hanno ulteriormente confermato la singolarità delle strategie di Isagro e il grande potenziale delle cifre indicate in bilancio.

Commenti
    Tags:
    borsa italianaisagrostar conferencegiorgio basileruggero gambini
    in evidenza
    Pellegrini ufficializza la love story È Matteo Giunta il suo fidanzato

    GUARDA LA FOTOGALLERY

    Pellegrini ufficializza la love story
    È Matteo Giunta il suo fidanzato

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


    casa, immobiliare
    motori
    La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

    La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.