I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Imprese e Professioni
Il Touring Club Italiano firma con Radisson Hotel Group un ambizioso progetto

Il Touring Club Italiano firma con Radisson Hotel Group un ambizioso progetto di valorizzazione del palazzo della sede storica di Corso Italia 10, nel centro di Milano.

UN HOTEL DI PRESTIGIO

Palazzo Bertarelli, sede storica dell'associazione, non passerà di mano in termini di proprietà: rimane parte esclusiva del patrimonio dell’Associazione, ma verrà completamente ristrutturato nelle sue parti interne per ospitare un hotel di prestigio, con la gestione di Radisson Hotel Group.  Un riferimento specifico al Touring Club Italiano (Radisson Collection Palazzo Touring Club Italiano) permetterà di continuare a valorizzare gli obiettivi storici dell'associazione.

IL PATRIMONIO DELL'ASSOCIAZIONE

Infatti l’obiettivo dell'innovativo progetto è la valorizzazione del patrimonio dell’Associazione, che in partnership con il gruppo IGEFI quale sviluppatore e investitore, nonché dello studio di progettazione Piva consenta una ristrutturazione profonda del palazzo centenario, salvaguardi le caratteristiche estetico architettoniche e mantenga l’identità del Touring, garantendo il proseguimento di tutte le sue attività istituzionali più rilevanti, compresa la libreria e il Punto Touring, che rimarranno nella loro sede originaria.

LA STORIA DEL TCI

TCI2018

Fondato nel 1894 da un gruppo di 57 velocipedisti, con l'intento di diffondere i valori ideali e pratici del ciclismo e del viaggio, il Tci attira subito l'interesse della società italiana, raggiungendo i 16.000 soci già nel 1899. Fin dall'inizio l'attività dell'Associazione è innovativa, dalle prime piste ciclabili (1895) al pronto soccorso medico lungo le strade, alla stesura del primo Regolamento di Polizia Stradale. Nel 1897 avvia la realizzazione e l'impianto di cartelli stradali turistici.

Ma sono gli anni Sessanta e Settanta del '900 a consolidare il Touring Club Italiano come soggetto trainante nell'organizzazione e nello sviluppo del turismo: il Tci intensifica l'azione per la valorizzazione e protezione dell'ambiente, contribuendo al processo di sensibilizzazione della popolazione. Nel 1971 nasce Qui Touring, la rivista di turismo più diffusa in Italia, che il Tci spedisce in esclusiva a tutti i Soci. Nel 1996 il Tci si dimostra ancora una volta pioniere ed è la prima associazione turistica italiana ad avere un sito internet

IL FUTURO DELL'ASSOCIAZIONE

Dal 2010 hanno preso vita nuovi progetti basati sul mondo del web: nasce il Club, la community di Touring Club Italiano. Viene lanciata l'associazione e-member, dedicata agli utenti della rete per contenuti e servizi; vengono create le prime applicazioni mobile per smartphone. Il Tci prende posizione su temi di attualità e cronaca insieme ad altre associazioni ambientaliste. Ora il rilancio della storica sede di Milano con questo ambizioso progetto di ristrutturazione.

925MilanoPalazzoBertarelliPalazzo Bertarelli sede dell'associazione

«Il contratto appena siglato, che vedrà il Palazzo trasformarsi in albergo, con  il mantenimento della proprietà in capo all’Associazione - afferma Franco Iseppi, Presidente del Touring Club Italiano - è il frutto della consapevolezza che il Touring Club Italiano non sarebbe stato in grado, da solo, di sostenere una ristrutturazione radicale per un suo uso ottimale ma anche del desiderio di trovare una soluzione di innovazione strutturale che avrebbe salvaguardato il bene in sé e la sua collocazione nella memoria collettiva della città e dell'Associazione. Per noi l’innovazione è l'unico contesto in cui collocare questa rigenerazione del palazzo. Non è stata dunque una costrizione finanziaria, ma l'idea di poter difendere sia la funzione sociale che la testimonianza valoriale del Touring.»

«Vogliamo dare valore a una risorsa dei Soci - aggiunge Giulio Lattanzi, Direttore Generale del Touring club Italiano - mettendo a reddito le potenzialità economiche del palazzo e mantenendo la nostra sede storica come punto di riferimento di rappresentanza dell’Associazione e come casa della cultura del viaggio e delle pratiche turistiche. I nostri volontari, i nostri soci, i cittadini e i turisti non perderanno nulla ma guadagneranno molto. Il modo poi con cui Radisson ha progettato l’albergo premia tutto quello che è il mondo Touring: dal nome alla conservazione dei segni distintivi Touring, al sapore stesso del viaggio, la libreria come punto di riferimento, la presidenza, la possibilità di nostri incontri ed eventi. Abbiamo chiuso il cerchio e non abbiamo perso niente per strada.»

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    touring club italianoradisson hotel grouppalazzo bertarellifranco iseppigiulio lattanzi
    in evidenza
    A Parigi la pizza la fanno i robot Gli italiani insorgono sui social

    MediaTech

    A Parigi la pizza la fanno i robot
    Gli italiani insorgono sui social

    i più visti
    in vetrina
    Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%

    Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%


    casa, immobiliare
    motori
    nuovo Honda HR-V, rigorosamente ibrido

    nuovo Honda HR-V, rigorosamente ibrido


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.