I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lo sguardo libero
Salvini indagato, ecco perché l’elezione diretta dei magistrati non è eresia

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini apre la busta contenente l’avviso di garanzia della Procura di Palermo (sequestro di persona aggravato) per il caso della nave Diciotti in diretta Facebook ed esplode l’inferno. La reazione è la prova che la Costituzione è non meno importante delle banalità delle reazioni di chi sembra ripetere il bigino delle scuole medie: “La divisione dei tre poteri… l’indipendenza della Magistratura ecc. ecc.”

Pochi colgono l’aspetto, chissà quanto conscio, di parte della replica di Salvini: ”Io sono stato eletto, loro no”. Certo, la correttezza da bigino delle reazioni e le successive dichiarazioni di Salvini (“Io non sono sopra la legge”) dimostrano che la divisione dei poteri è un caposaldo della democrazia, recepito dalla Costituzione italiana.

Tuttavia non è un' eresia né eversivo parlare della elezione diretta dei magistrati. L’esempio lampante è quello della democrazia più evoluta – gli Usa – dove in alcuni Stati sia i giudici che i pubblici ministeri vengono eletti dal popolo. Il perché è elementare per il pensiero liberale (un’astrusità per quello catto-comunista e perciò assurdo per gran parte dell’opinione pubblica italiana). La democrazia è l’individuo - gli uomini sono diversi, uguali di fronte alla legge -, ecco quindi i principi dell’elezione diretta dei parlamentari, dei magistrati e del federalismo (anche fiscale). Ossia: io cittadino, che sono la democrazia, delego e mi faccio giudicare da chi conosco, non da un burocrate astratto nominato da uno Stato lontano, così come voglio una politica che faccia l’interesse del mio territorio e quindi i miei (federalismo).

Commenti
    Tags:
    salvinimagistraturadiciotti
    in evidenza
    Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

    Tra mobilità e sostenibilità

    Automotive, da ALD la svolta
    Arrivano nuove soluzioni green

    
    in vetrina
    Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

    Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


    motori
    Citroen lancia OLI [all-ë]:più di una concept car

    Citroen lancia OLI [all-ë]:più di una concept car

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.