I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lo sguardo libero
No al bonus Natale di 500 euro. Provvedimento illiberale e diseducativo

Il Governo presieduto da Giuseppe Conte potrebbe deliberare un bonus da 500 euro per Natale per chi ha usufruito di almeno otto settimane di cassa integrazione a causa delle restrizioni dovute al Covid-19. Pare che parte della maggioranza sia contraria - giustamente - per la tenuta dei conti pubblici.

In realtà ci sono anche ragioni macroscopiche per cui si tratta di un’idea sbagliata. La premessa è che umanamente dispiace per tutte le famiglie che soffrono. La prima argomentazione è macroeconomica. I consumi non si fanno ripartire con iniziative una tantum, ma se si generano aspettative positive e fiducia nel futuro. Per intenderci, se si dà a una persona che guadagna 1.200 euro, 500 euro una tantum, questa li metterà da parte per situazioni di emergenza di economia domestica. Se invece alla stessa le si dice: d’ora in avanti il tuo stipendio sarà di 1.400 euro, quei 200 euro in più, siccome saranno ricorrenti e creano fiducia nel futuro, stimoleranno i consumi.

Il secondo motivo è di tipo liberale/educativo. Il messaggio che giunge al lavoratore è: non cercare un altro lavoro, se c’è la crisi – che una volta avrebbe spinto le persone sotto i ponti perché fare deficit fino alla crisi del 1929 era ritenuto un’eresia da parte degli Stati, anzi le crisi erano considerate utili per fare selezione naturale del capitalismo - oggi non preoccuparti, c’è lo Stato che elargisce soldi…  persino quelli per fare i regali di Natale. Stesso ragionamento per l’imprenditore - che già prima del Covid-19 agiva così: gli ordini van male il venerdì, chiediamo la cassa integrazione per la settimana prossima - che pensa: adesso lo Stato assegna soldi pure per le feste.

In questo modo arriva a tutti gli italiani una doppia concezione. 1 - Non pensate a soluzioni diverse per il futuro, non cercate altro, non inventatevi altro; 2 - non risparmiate, non mangiate pane e latte perché la crisi e purtroppo le pandemie possono capitare e bisogna cambiare stile di vita, essere più parchi. A questo punto… quando il bonus sushi?

Commenti
    Tags:
    giuseppe contegoverno
    in evidenza
    Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

    Tra mobilità e sostenibilità

    Automotive, da ALD la svolta
    Arrivano nuove soluzioni green

    
    in vetrina
    Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

    Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


    motori
    BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

    BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.