A- A+
Coronavirus
Covid, nel 2020 record negativo di nascite e massimo storico di decessi

Covid, nel 2020 la natalità in Italia ha raggiunto il minimo storico. Mentre il numero dei morti non è mai stato così alto 

Effetto Covid sul quadro demografico e sanitario del Paese: secondo quanto emerge dal capitlo 2 del rapporto annuale Istat 2021 dal titolo "Lo shock da pandemia: impatto demografico e conseguenze sanitarie", nel 2020 il record negativo del numero di nascite toccato nel 2019 è stato di gran lunga superato. Un calo della natalità che resta evidente anche nei primi mesi di quest'anno, per poi registrare una lieve inversione di tendenza verso il mese di marzo. Mentre il totale dei decessi non è mai stato così alto: 746.146. Rispetto alla media 2015-2019 i morti in più sono 100.526, in crescita del 15,6%. Il Covid ha avuto un effetto drammatico sulla mortalità: "La pandemia, sottolinea l'Istat, ha avuto un effetto drammatico sulla mortalità, non solo per i decessi causati direttamente, ma anche per quelli dovuti all'acuirsi delle condizioni di fragilità della popolazione, soprattutto anziana".   

L’anno scorso i nati della popolazione residente sono stati 404.104, il 3,8% in meno rispetto al 2019 e quasi il 30% in meno a confronto col 2008, anno di massimo relativo più recente delle nascite. In particolare, nei primi dieci mesi del 2020 le nascite mostrano una diminuzione del 2,7%, in linea con il ritmo che ha caratterizzato il periodo dal 2009 al 2019: -2,8% in media annua. La discesa accelera nei mesi di novembre con un -8,2% rispetto allo stesso mese dell’anno prima e soprattutto di dicembre con un -10,3%, corrispondenti ai concepimenti dei primi mesi dell’ondata epidemica 2020. Nel Nord-ovest il calo tocca il 15,6% a dicembre. 

Il calo delle nascite corrispondente alla diminuzione dei concepimenti innescato dalla pandemia persiste nei primi mesi del 2021, soprattutto nel mese di gennaio quando si è registrato un -14%. A febbraio risulta più contenuto mentre a marzo si osserva, come detto, una prima inversione di tendenza: rispetto allo stesso mese del 2020 i nati aumentano del 3,7%. Il calo delle nascite concepite all’inizio della pandemia ha toccato prevalentemente i nati all’interno del matrimonio: -17,3% nel periodo novembre-dicembre 2020 e -17,5% a gennaio 2021. Nello stesso periodo sono diminuiti anche i nati fuori dal matrimonio, ma in misura decisamente meno marcata: -4,7% e -7,1% rispettivamente.

Il leggero recupero nelle nascite osservato a marzo dipende esclusivamente dai nati fuori del matrimonio, che aumentano del 14,2% mentre i nati da genitori coniugati continuano a diminuire con un -0,5%; esso ha riguardato prevalentemente le donne più istruite visto che i nati da madri con almeno la laurea sono cresciuti dell’8,6%, contribuendo per i due terzi all’aumento complessivo. I nati di cittadinanza straniera sono i più toccati dalla contrazione legata alla pandemia: a novembre e dicembre 2020 sono diminuiti poco più dei nati da genitori italiani: -11,4% rispetto a -8,8%, ma il differenziale si è allargato a gennaio 2021: -23,6% contro -12,2%, e ancora nel mese di febbraio: -18,5 contro -6,1%. I nati stranieri continuano a diminuire del 8,3% anche a marzo. 
  

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    covid nascitecovid 2020 nascitecovid nascite mortitasso nascite morti
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

    Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.