A- A+
Coronavirus
Medici no-vax pronti allo scontro. "Meglio morire di fame che fare il vaccino"

Medici no-vax allo scontro. "Meglio morire di fame che fare il vaccino"

Il Coronavirus in Italia continua a far paura anche se i dati in generale sono in calo. La campagna vaccinale, dopo una forte impennata, ha subito un rallentamento dovuto a diversi fattori. Dalla maggior sicurezza data dai numeri giornalieri di positivi e anche complice l'incertezza comunicativa, sul mix di sieri e su AstraZeneca. Poi c'è anche chi il vaccino non vuole proprio farlo, sono i no-vax. Tra questi ci sono anche molti medici e infermieri, per loro è partita la sospensione dello stipendio, il trasferimento di reparto e anche le ferie forzate, ma non arretrano. "Meglio morire di fame che di vaccino".

Non ha dubbi - si legge sulla Stampa - una donna che ha poco più di 50 anni e lavora come operatrice socio-sanitaria in una Rsa privata vicino a Ivrea, in Piemonte. O meglio lavorava, visto che da due mesi è stata sospesa dal servizio e lasciata a casa senza stipendio. «La metà delle colleghe non voleva, ma poi per paura hanno ceduto, io sono l’unica ad aver resistito. Il vaccino fa male, non è sperimentato, la lista dei morti è molto più lunga di quanto ci dicono – spiega – Hanno provato a convincermi a vaccinarmi, per tornare a lavoro, ma io non ci penso nemmeno». L’Emilia-Romagna è la Regione che, in numeri assoluti, ha il record di operatori sanitari no vax, oltre 14mila, ma dall’assessorato alla Salute smentiscono: «Dalle nostre verifiche, i segnalati e a rischio sospensione sono circa 5mila". In Liguria se ne contano mille.

Leggi anche:"Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente"

Iscriviti alla newsletter
Tags:
coronaviruscoronavirus newsemergenza coronavirusmedici no vaxmedici no vax stipendi sospesiprotesta medici no vaxvaccinivaccino





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Royal Family/ Meghan Markle è "troppo nuda": polemica per la visita in Nigeria

Royal Family/ Meghan Markle è "troppo nuda": polemica per la visita in Nigeria


motori
Volkswagen lancia il progetto per l’auto elettrica da 20.000 euro

Volkswagen lancia il progetto per l’auto elettrica da 20.000 euro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.