A- A+
Coronavirus
Piano pandemico: così Guerra cancellò le frasi del rapporto Oms

Due linee rosse per cancellare le parole "L'Italia non era totalmente impreparata" e su quelle riferite alle strategie italiane per affrontare la pandemia: "Il piano, comunque, rimase più teorico che pratico con pochi investimenti o traduzione delle intenzioni in misure concrete". A vergarle, stando a quanto constatato dall'AGI che è entrata in possesso del documento, è il direttore aggiunto dell'Oms Ranieri Guerra nel file del pdf che gli avevano consegnato gli autori del report 'Una sfida senza precedenti: la prima risposta dell'Italia al Covid-19'. Il testo pubblicato poi fu quello originale, senza queste correzioni.

Il corposo dossier venne pubblicato e poi sparì nel giro di 24 ore, il 13 maggio dello scorso anno, sul sito dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e nei mesi successivi fu ritrovato e divulgato ai media da Robert Lingard, il consulente del team legale che assiste i familiari delle vittime. Il file del pdf con le correzioni è stato consegnato dallo stesso Guerra ai magistrati di Bergamo che lo indagano per 'false informazioni ai pm' durante la sua audizione, quando ancora era testimone, del 5 novembre dello scorso anno. Il testo con le cancellazioni 'a penna rossa' risale all'11 maggio del 2020 nell'ambito di una corrispondenza via mail in cui Guerra scriveva a Francesco Zambon, l'allora funzionario della sede di Venezia dell'Oms che ha poi denunciato le pressioni del suo superiore per 'addolcire' il rapporto, che "il documento potrebbe prestare appigli se non adeguatamente formulato" anche alla luce delle ultime anche minacciose situazioni mediatiche".

"Dobbiamo pesare le parole in maniera molto cauta soprattutto se sono scritte e se rimangono in un documento dell'Oms", scriveva ancora Guerra, tra il 2014 e il 2017 a capo dell'ufficio di Prevenzione del Ministero della Salute, circostanza che, secondo un'ipotesi investigativa, potrebbe averlo portato a voler 'nascondere' il rapporto da cui trasparivano le lacune dell'Italia nella preparazione a un'eventuale pandemia. "L'Italia non era totalmente impreparata per un'epidemia - questo il testo originale inviato da Zambon a Guerra - quando arrivarono i primi bollettini dalla Cina".

Nell'altro passaggio corretto, con riferimento al Piano pandemico del 2006 e alle strategie di prevenzione, Zambon e gli altri ricercatori scrivevano: "Il piano, comunque, rimase più teorico che pratico con pochi investimenti o traduzione delle intenzioni in misure concrete". Alla fine, il report uscì nella versione 'originale' così come redatta dal team di Zambon che pochi giorni fa si è dimesso dall'Oms. "Sono il responsabile e me ne assume tutte le responsabilità - le parole di Zambon in risposta all'invito alla 'cautela' di Guerra -. Tutti gli autori sono ben informati delle dinamiche italiane. Non ci sono parti particolarmente scottanti e alcune cose non possono essere taciute".

Commenti
    Tags:
    piano pandemicoguerrarapportooms
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara vs la censura social Le nuove foto scaldano il web

    Belen, Diletta e.. scatti Vip

    Wanda Nara vs la censura social
    Le nuove foto scaldano il web

    i più visti
    in vetrina
    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter

    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ineos Grenadier supera a pieni voti i test sulle Alpi

    Ineos Grenadier supera a pieni voti i test sulle Alpi


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.