A- A+
Coronavirus
Variante indiana, unisce due mutazioni del virus. Fenomeno mai visto prima
Lapresse

Variante indiana, unisce due mutazioni del virus. Fenomeno mai visto prima

L'emergenza Coronavirus in Italia continua senza sosta. Preoccupa la situazione negli ospedali, specie nei reparti di terapia intensiva. La percentuale di posti occupati solo per pazienti Covid supera ancora la soglia critica del 30%. Un dato ancora più allarmante è quello relativo ai decessi, sesto Paese al mondo per numero di vittime. Anche ieri superata quota 300 in un solo giorno. L'attenzione degli scienziati è rivolta soprattutto alle varianti, alle già note inglese, sudafricana e brasiliana si è aggiunta quella indiana. Perché contiene in sé - si legge sul Corriere della Sera - due mutazioni già note: E484Q e L452R, che per la prima volta compaiono insieme e perché sta probabilmente contribuendo a causare la drammatica ondata che sta stravolgendo l’India. Dopo il primo caso segnalato a Firenze il 10 marzo, ieri la variante indiana del Covid-19 è stata sequenziata in Veneto, su due residenti nell’Alto Vicentino. Si tratta di padre e figlia indiani che, rientrati dal Paese d’origine nei giorni scorsi, si sono messi in autoisolamento e hanno allertato subito l’Usl Pedemontana di Bassano. Il Servizio d’Igiene ha sottoposto a tampone loro e altri due componenti della famiglia, uno dei quali risultatoasua volta positivo.

La prima mutazione del virus indiano - prosegue il Corriere - potrebbe aumentarne la trasmissibilità (è comune alla variante «californiana» diffusa in Usa e più contagiosa) e la seconda potrebbe conferirle il potere di parziale evasione immunitaria, di aggirare cioè l’effetto del vaccino. Potrebbe essere necessaria una terza dose per debellarlo. Secondo i primi dati da Israele, infatti, il vaccino di Pfizer è solo parzialmente efficace contro la B.1.617. Anche i primi test di neutralizzazione sul vaccino indiano Covaxin hanno mostrato una buona risposta. Al di fuori dell’India ha una diffusione limitata: qualche centinaio di casi in Europa (due in Italia) e alcune migliaia nel mondo. La variante che preoccupa maggiormente è quella sudafricana (B.1.351): contiene una mutazione chiamata E484K, in grado di eludere parzialmente le difese sviluppate da vaccini, anticorpi monoclonali e precedenti infezioni. Questa capacità «neutralizzante» non sembra tale da intaccare l’efficacia dei vaccini Pfizer e Moderna se non lievemente, ma in Sudafrica AstraZeneca è stato abbandonato perché inefficace. Anche Johnson & Johnson in Sudafrica ha visto una riduzione dell’efficacia di circa 8 punti percentuali.

Commenti
    Tags:
    variante indianacoronaviruscoronavirus newscoronavirus italiaemergenza coronavirusvaccinivaccinopfizerastrazenecadiffusione variante indianavariante indiana italia
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme dopo 17 anni!

    Ritorno di fiamma

    Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme dopo 17 anni!

    i più visti
    in vetrina
    Ibrahimovic (out per il ginocchio) presenta la nuova maglia del Milan (foto)

    Ibrahimovic (out per il ginocchio) presenta la nuova maglia del Milan (foto)


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Opel lancia il Rally Design Kit per la Corsa-e

    Opel lancia il Rally Design Kit per la Corsa-e


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.