A- A+
Costume
Carlo Pignatelli punta su Far e Middle East. Obiettivo: +20% in 5 anni

Carlo Pignatelli sarà protagonista della settima edizione della Barcellona Bridal Fashion week, con una sfilata che si terrà il prossimo 24 aprile 2019. Protagoniste le collezioni 2020, creazioni uniche che aggiungono alla tradizione nuovi ingredienti in chiave couture.

 

Un appuntamento irrinunciabile, per Carlo Pignatelli che, proseguendo nella sua corsa all’internazionalizzazione, conferma la volontà di concentrarsi sul mercato estero. Un’attenzione che la maison rivolge soprattutto ai paesi del Far e Middle East che, ad oggi, rappresentano il 15% del fatturato e che, secondo le stime, dovrebbe arrivare a un + 20% nei prossimi 5 anni.

 

Un piano che nasce dalla volontà di valorizzare l’awareness della maison che in questi territori risulta in grande crescita, sostenuta dalle richieste di un target che ne apprezza l’autentico Made in Italy fatto di qualità, di stile, di cura dei dettagli come quello racchiuso nella firma di CarloPignatelli.

Commenti
    Tags:
    carlo pignatellibarcellona bridal fashion week
    in evidenza
    Quando Crosetto condannava la Nato: "Atto ostile verso la Russia"

    tweet invecchiati male

    Quando Crosetto condannava la Nato: "Atto ostile verso la Russia"

    
    in vetrina
    Banca Generali, presentato l’undicesimo capitolo di BG4SDGs

    Banca Generali, presentato l’undicesimo capitolo di BG4SDGs

    motori
    La storica sportività Opel GSe è ora ibrida plug-in

    La storica sportività Opel GSe è ora ibrida plug-in

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.