BANNER

Cento euro a testa per comprare un teatro di grande prestigio, "La Cavallerizza" di Torino, che ha chiuso dopo l'ennesimo taglio di fondi alla cultura.

Ma i cittadini non ci stanno e si stanno mobilitando per salvare la struttura. Il tam tam corre su Facebook grazie all'iniziativa di un'attrice torinese, Viren Beltramo, fondatrice della compagnia teatrale GenoveseBeltramo insieme al suo compagno Savino.

"Lo scorso 13 novembre - racconta l'attrice ad Affaritaliani.it - , dopo aver saputo della chiusura del teatro e dell'ipotesi di aprire un centro commerciale, ho scritto di getto sulla mia bacheca Facebook: chi vuole comprare con me la Cavallerizza?". Una provocazione che in breve tempo ha riscosso l'approvazione di tanti contatti del social network. "A quel punto ho deciso di portare avanti l'iniziativa e ho creato una pagina dedicata".

viren beltramo

BANNER

In pochi giorni oltre 1.300 persone hanno aderito alla petizione, nonostante la crisi economica. Gli internauti si impegnano virtualmente, almeno per ora, a donare cento euro per salvare il teatro.

"Il budget richiesto per mettere a norma gli spazi e riaprire la struttura è di 300mila euro - spiega ancora Viren Beltramo ad Affari - ma andrò in Comune per parlare della mia idea non appena avremo raggiunto le 2mila adesioni, che equivalgono a una somma virtuale di 200mila euro. Voglio presentare un progetto concreto di gestione del teatro, che perfezionerò grazie a tavoli di lavoro aperti a tutti. Se le istituzioni lo approveranno, farò partire il crowdfunding vero e proprio". 

Che futuro ha in mente Viren Beltramo per La Cavallerizza? "Penso a uno spazio che diventi luogo d'incontro fra le diverse generazioni del teatro. Un luogo di scambio, di interazione, di messa in discussione. A Torino c'è poco dialogo fra compagnie teatrali di diverse dimensioni".

I privati in sostegno della cultura, sull'esempio degli Stati Uniti (guarda il reportage di Affari dal Metropolitan di New York): potrebbe essere una soluzione anche per l'Italia? "Sono stata un anno negli Stati Uniti - conclude Viren Beltramo - e ho potuto approfondire molto bene la situazione: lì si fa addirittura 'a gara' per fare cultura. Per l'Italia spero in una collaborazione tra pubblico e privato. L'impegno di singoli cittadini o enti privati è importante sia a livello economico sia a livello di fidelizzazione delle persone alla cultura, che va lentamente perdendosi: chi partecipa in prima persona è invece più stimolato poi a partecipare e interagire. Ma la presenza dei privati non deve diventare una scusante per le istituzioni. L'amministrazione pubblica deve continuare a investire per garantire il diritto alla cultura anche a chi non può permetterselo". 

Ecco la pagina Facebook dove mettere "mi piace" se si intendono versare 100 euro per il salvataggio della Cavallerizza: https://www.facebook.com/chivuolecomprareconmelacavallerizza

Maria Carla Rota

 

 

 

 

2013-11-18T18:56:04.533+01:002013-11-18T18:56:00+01:00truetrue1296116falsefalse434Costume/costume4130798212962013-11-18T18:56:04.61+01:0012962013-11-20T16:17:58.13+01:000/costume/cavallerizza181113false2013-11-18T20:09:55.893+01:00307982it-IT102013-11-18T18:56:00"] }
A- A+
Costume

 

teatro cavallerizza

BANNER

Cento euro a testa per comprare un teatro di grande prestigio, "La Cavallerizza" di Torino, che ha chiuso dopo l'ennesimo taglio di fondi alla cultura.

Ma i cittadini non ci stanno e si stanno mobilitando per salvare la struttura. Il tam tam corre su Facebook grazie all'iniziativa di un'attrice torinese, Viren Beltramo, fondatrice della compagnia teatrale GenoveseBeltramo insieme al suo compagno Savino.

"Lo scorso 13 novembre - racconta l'attrice ad Affaritaliani.it - , dopo aver saputo della chiusura del teatro e dell'ipotesi di aprire un centro commerciale, ho scritto di getto sulla mia bacheca Facebook: chi vuole comprare con me la Cavallerizza?". Una provocazione che in breve tempo ha riscosso l'approvazione di tanti contatti del social network. "A quel punto ho deciso di portare avanti l'iniziativa e ho creato una pagina dedicata".

viren beltramo

BANNER

In pochi giorni oltre 1.300 persone hanno aderito alla petizione, nonostante la crisi economica. Gli internauti si impegnano virtualmente, almeno per ora, a donare cento euro per salvare il teatro.

"Il budget richiesto per mettere a norma gli spazi e riaprire la struttura è di 300mila euro - spiega ancora Viren Beltramo ad Affari - ma andrò in Comune per parlare della mia idea non appena avremo raggiunto le 2mila adesioni, che equivalgono a una somma virtuale di 200mila euro. Voglio presentare un progetto concreto di gestione del teatro, che perfezionerò grazie a tavoli di lavoro aperti a tutti. Se le istituzioni lo approveranno, farò partire il crowdfunding vero e proprio". 

Che futuro ha in mente Viren Beltramo per La Cavallerizza? "Penso a uno spazio che diventi luogo d'incontro fra le diverse generazioni del teatro. Un luogo di scambio, di interazione, di messa in discussione. A Torino c'è poco dialogo fra compagnie teatrali di diverse dimensioni".

I privati in sostegno della cultura, sull'esempio degli Stati Uniti (guarda il reportage di Affari dal Metropolitan di New York): potrebbe essere una soluzione anche per l'Italia? "Sono stata un anno negli Stati Uniti - conclude Viren Beltramo - e ho potuto approfondire molto bene la situazione: lì si fa addirittura 'a gara' per fare cultura. Per l'Italia spero in una collaborazione tra pubblico e privato. L'impegno di singoli cittadini o enti privati è importante sia a livello economico sia a livello di fidelizzazione delle persone alla cultura, che va lentamente perdendosi: chi partecipa in prima persona è invece più stimolato poi a partecipare e interagire. Ma la presenza dei privati non deve diventare una scusante per le istituzioni. L'amministrazione pubblica deve continuare a investire per garantire il diritto alla cultura anche a chi non può permetterselo". 

Ecco la pagina Facebook dove mettere "mi piace" se si intendono versare 100 euro per il salvataggio della Cavallerizza: https://www.facebook.com/chivuolecomprareconmelacavallerizza

Maria Carla Rota

 

 

 

 

Tags:
cavallerizzateatrochiusuratorino
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.