A- A+
Costume
Celeblueation, a Napoli si celebra l'eleganza sartoriale di Renato Balestra

Lo stile unico che coniuga eleganza e raffinatezza timeles, il blu che lo ha accompagnato in tutta la sua vita saranno in mostra a Napoli (Certosa e Museo di San Martino, 30 maggio-18 giugno)) per rendere omaggio a Renato Balestra, una delle icone della moda Made in Italy nel mondo. Il titolo della mostra è Celeblueation, prescelto per dare enfasi ad una speciale nuance di blu, che è il tratto distintivo della maison. Il percorso espositivo è formato da oltre 250 bozzetti, disegni e abiti scelti personalmente da Balestra fra le migliaia prodotti lungo la sua pluriennale carriera, per mettere in luce l’evoluzione del suo stile partendo da una selezione inedita di opere degli esordi, quando lo stilista adottava uno stile pittorico per dare vita alle sue creazioni e ripercorrendo dagli anni sessanta ad oggi l’attività di un uomo che ha fatto la storia dello stile e dell’eleganza. Tra questi spiccheranno i disegni che lo stilista ha realizzato per le celebri opere teatrali, tra cui “La Cenerentola” di Gioacchino Rossini, “Il Cavaliere della Rosa” di Richard Strauss, “Turandot” di Giacomo Puccini, ma anche per le grandi aziende italiane come Alitalia o per il Senato della Repubblica. Completerà la sezione dedicata al teatro, impreziosendone l’esposizione, l’ultima creazione inedita dei costumi de Il Lago dei Cigni, realizzati per il Teatro dell’Opera di Belgradoproduzione per la quale il maestro ha firmato per la prima volta anche le scene. “Un omaggio, quello tributato con questo evento al couturier internazionale e alla sua eclettica personalità   artistica,   che   dal   magnifico   complesso   monumentale   partenopeo,   illuminato per l'occasione di blu, proseguirà poi al Fortino di Forte dei Marmi dal 4 luglio al 4 agosto, al Castello Miramare di Trieste e alla Fondazione Zeffirelli di Firenze”, dichiara Armando Fusco, produttore e organizzatore del progetto.

Le creazioni di Balestra sono delle vere e proprie opere d’arte, pezzi unici indossati da personalità uniche: regine, principesse, first ledies, attrici, donne dello spettacolo e non, amanti della bellezza a tutto tondo. Tra le più affezionate l’imperatrice Farah Diba, la regina di Tailandia Sirikit e sua figlia la principessa Choulaborn, la first lady delle Filippine madame Imelda Marcos per cui crea interi guardaroba, e sua figlia Irene per cui disegna e realizza l’abito da sposa. La principessa Noor Hamzah di Giordania, abbagliata dalle sue sfilate, gli chiede di realizzare i suoi due abiti da sposa in occasione delle nozze con Sar il principe Hamzah Bin Al Husein, figlio della regina Noor e del Re Hussein di Giordania. Dall’Oriente all’Occidente le sue creazioni incantano e sanno adattarsi alle culture e gusti dei luoghi in cui verranno indossati, conservando sempre l’alta sartorialità italiana.

Commenti
    Tags:
    modasfilatacertosacouturier
    in evidenza
    Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

    Dolorosa esperienza negli USA

    Il trauma di Romina Carrisi
    "Ho lavorato negli strip club"

    i più visti
    in vetrina
    Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

    Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena


    casa, immobiliare
    motori
    Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

    Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.