A- A+
Costume
Chianti, re per una notte al "Castello del Nero"

Di Oriana Maerini

Ammetto che la bellezza del paesaggio e le opere d’arte architettonica  del Castello del Nero mi hanno provocato appena arrivata qui, nel cuore del “Chiantishire”,  uno stordimento dei sensi chiamato  sindrome di Stendhal.  Le colline di color verde con toni  diversi e i filari di cipressi sono paesaggi paradisiaci fanno parte dell’immaginario collettivo anche perchè immortalati al cinema in film di grande successo come del “Gladiatore” di Ridley Scott con Russel Crowe o  “Io ballo da Sola” di Bernardo Bertolucci con Liv Tyler ma vivere l’esperienza è esaltatne. Se a questo sfondo naturale aggiungiamo, l’atmosfera romantica del castello ed i servizi all’avanguardia offerti da un Luxory  hotel che coniuga bellezza, eleganza, lusso e moderno confort ci troviamo nel posto ideale dove vivere una vacanza da sogno. L’atmosfera sontuosa del  Castello del Nero-Torrigiani, un maniero costruito ne dodicesimo secolo come  residenza di campagna della nobile famiglia fiorentina dei Del Nero, aleggia nelle stanze eleganti dove campeggia  lo stemma della famiglia Del Nero, che riporta un levriero rampante. Gli affreschi nelle varie parti dell’edificio risalgono a vari interventi avvenuti durante le epoche passate. Il giardino all’italiana situato all’ingresso del Castello fu realizzato per la prima volta nel XIX secolo. A seguito dell’estinzione della famiglia Del Nero, la proprietà passò interamente nelle mani della famiglia Torrigiani. Il Marchese Carlo Torrigiani, con l’aiuto di sua moglie americana Anna Frey, dedicò molta attenzione nello sviluppo delle attività produttive della tenuta del Castello del Nero. Anna Frey era così affezionata al Castello del Nero che chiese di essere sepolta nella cappella privata di famiglia, dove si trova il suo sepolcro dal 1917.  Nel 2000 si innamorò del luogo Robert Trotta un imprenditore italo americano  che, dopo sei anni di ristrutturazione ha trasformato il castello, pur mantenendo intatti  gli elementi originali: affreschi centenari, stemmi nobiliari, caminetti e incantevoli soffitti a volta, in un tempio del lusso, situato strategicamente fra Firenze e Siena, che combina la tradizione nobiliare del passato con un  confort moderno, in un perfetto e raffinato connubio di stile e eleganza. La proprietà include due laghi, e su ogni lato è possibile ammirare le bellissime colline toscane, i nostri vigneti e oliveti. Ma quest’anno c’è un motivo in più essere ospiti in questo luogo incantato: il Castello del Nero festeggerà i suoi 10 Anni di apertura e per festeggiare questa prestigiosa ricorrenza sono stati creati nuovi pacchetti esclusivi: il Pacchetto del 10°Anniversario e il Pacchetto “Festeggia con noi”. Il primo, valido tutto l’anno, comprende un soggiorno di tre notti, una cena à la carte al ristorante stellato e l'esclusivo trattamento alla Spa; mentre il secondo prevede in più, l’accesso all'esclusiva festa del 9 luglio.

Dormire nel letto della contessa:

Sentirsi nobili qui è un privilegio per tutti. In alcune delle 18 splendide suite si può, infatti dormire nel letto a baldacchino copia di un pezzo originale trovato nel castello, creato appositamente per la Marchesa Teresa Torrigiani nel XVI secolo. Ma anche le altre 50 camere di lusso dell’hotel sono un esempio di arredamento sofisticato opera del celebre architetto belga  Alain Mertens, (lo stesso che ha arredato la casa di Sting) e sono decorate per dare l’impressionante esperienza visiva e tattile. Per gli amanti dei bagni d’autore da non mancare la suite 102 dove la toilet, con la singolare impostazione,  è stata definita dalla rivista americana  “Harper’s Bazaar” uno dei bagni più belli del mondo. Se volete esagerare potete scegliere la suite “Marchese Carlo” ex sala da pranzo inizio 800 della famiglia Torrigiani o la  Presidential Del Nero Suite di 210 mq, con affreschi originali e vista sulle colline e i giardini all’italiana. Se avete dormito nel letto a baldacchino non potete non vivere l’esperienza al mattino di affrontare la passeggiata della Marchesa è un romantico percorso attraverso antichi cipressi, ideato per la Marchesa Torrigiani per permetterle di passeggiare all’ombra per raggiungere il bosco dal Castello.  Passeggiare attraverso i 300 ettari di proprietà del Castello del Nero nelle prime ore del mattino, offre la possibilità di incontrare daini, lepri o fagiani.

Mangiare sotto lo stemma.

Cosa c’è di più romantico che gustare pietanze prelibate a fianco di un antico camino? Se pensate questo non perdete l’esperienza di una cena al ristorante La Torre  (premiato con 1 stella * Michelin) che è situato in quelle che erano le antiche scuderie del Castello. Qui vista e gusto si inebriano fra gli affreschi antichi e  l’esclusivo  “Essenza” main course firmato dal’Executive Chef Giovanni Luca Di Pirro con agnello di Zeri al rosa, patate viola schiacciate profumate al limone, aria di cardamomo, cavolo nero del Castello croccante e guazzetto di latticello Toscano affumicato. Gli appassionati di vini potranno cimentarsi nella scelta di quello migliore in una cantina con oltre 1000 etichette, con particolare attenzione ai vini toscani.

Spa con vista.

Potete immaginare la sensazione di rilassarvi in una vasca idromassaggio con vista sulle verdi colline del Chianti? Il Centro Benessere con marchio ESPA, considerato uno dei più esclusivi centri benessere al mondo, offre non solo il classico relax dei centri benessere ma un’esperienza di condivisione con il territorio unica. I trattamenti  offerti sfruttano infatti gli elementi naturali del paesaggio toscano come l’esfoliazione al sale marino e al rosmarino toscano. Il sale marino elimina la pelle morta e secca, l‘olio d‘oliva e il rosmarino conferiscono la naturale idratazione. Il sale marino Espa, seccato al sole, e il rosmarino blu della Toscana, combinati con l‘olio extra vergine di oliva, tutti ingredienti prodotti al Castello del Nero, danno alla pelle un effetto ammorbidente, purificante e idratante.

 

 

 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
chianti "castello del nero"
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.