A- A+
Costume
Dieta iperproteica attenzione, non fa dimagrire. Alla lunga fa ingrassare

Dieta iperproteica fa ingrassare nel lungo periodo, altro che dimagrire


All'inizio aiuta a perdere qualche chilo, a lungo andare la dieta iperproteica fa ingrassare. Lo spiegano i ricercatori dopo uo studio pubblicato sulla rivista Cell Reports dai ricercatori della Washington University di St. Louis (Usa) e dell’Università del Wisconsin di Madison (Usa), diretti dall’italiano Luigi Fontana, che insegna a St.Louis e presso l'Università di Brescia.


Dieta iperproteica, ecco perchè fa ingrassare


Il dimagrimento determinato da questo regime alimentare, che prevede un ridotto contenuto di carboidrati e un elevato apporto di proteine, è provvisorio. Dopo qualche mese, porta ad accumulare più chili di quelli persi. Invece un regime alimentare a basso contenuto di proteine fa perdere peso e riduce rischio di diabete di tipo 2

 

Alimentazione: la nuova dieta, dalle calorie al calcolo molecole
 

In Europa oltre il 50% della popolazione adulta e' in sovrappeso e in Italia, dall'ultimo rapporto Osservasalute, emerge che piu' di un terzo della popolazione adulta e' in sovrappeso, mentre una persona su 10 e' obesa. La scienza della nutrizione ha cominciato a interrogarsi sulla effettiva validita' del calcolo giornaliero delle calorie come modello alimentare capace di intervenire sull'origine e la diffusione di sovrappeso e obesita'. Il rapido progresso della ricerca nel campo della biologia molecolare sta conducendo verso una rivoluzione copernicana, poiche' i cibi che ingeriamo ogni giorno sono in grado di 'dialogare' con le cellule e con il nostro Dna, portando l'organismo verso una condizione di salute e di sano peso corporeo oppure verso condizioni patologiche di sovrappeso e obesita'.

Porzioni di cibo al posto delle grammature - "Occorre conoscere prima il proprio corpo, il proprio 'io biologico' e poi scegliere il miglior cibo per garantirsi salute e benessere psicofisico", sostiene il professor Pier Luigi Rossi, docente presso l'Universita' di Bologna e l'Universita' Cattolica di Roma, che aggiunge: "Per vivere a lungo e in salute e per recuperare e mantenere il giusto peso forma occorre un cambio di paradigma che superi le diete ipocaloriche circoscritte a determinati intervalli di tempo e approdi, invece, al metodo molecolare di alimentazione consapevole, che dura tutta la vita e si basa sulle porzioni di cibo e non sulle loro grammature".

I principi fondamentali della 'rivoluzione' rispetto alla classica dieta sono proposti da Rossi nel volume "Conosci il tuo corpo scegli il tuo cibo" (edito da Aboca Edizioni), che fornisce le basi del metodo molecolare di alimentazione consapevole, la cui chiave nutrizionale sta nel ricercare l'equilibrio tra proteine e carboidrati. "Abbandoniamo l'uso della bilancia - conclude Rossi - utilizziamo gli occhi per calcolare le porzioni e, soprattutto, impariamo a educare la nostra mano, che dal piatto porta il cibo alla bocca, e a saperla fermare: se riusciamo a ritrovare e ad avvertire il nostro personale punto di sazieta' non serve il piu' calcolo giornaliero delle calorie per far convivere il piacere con la salute".

Tags:
dieta calorie molecoledieta calcolo molecoledimagrire calcolo molecole
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.