A- A+
Costume
Emanuele Petrosino nuovo chef de "I portici"
Da Twitter

Cambio in cucina a "I Portici", unico ristorante stellato Michelin nella città di Bologna, di proprietà dell’imprenditore del fashion Adriano Aere (titolare di Imperial, realtà da 207 milioni di ricavi nel 2016). Come scrive Pambianconews, dopo sei anni se ne va Agostino Iacobucci e arriva un altro chef proveniente dalla Campania anche lui: Emanuele Petrosino, 32 anni, romano, formatosi però in provincia di Napoli e proveniente, dopo alcune esperienze tra la Francia e il Piazza Duomo di Alba, da Ischia. Nell’isola campana, Petrosino è stato per quasi tre anni sous-chef del bistellato Danì Maison, dove ha avuto come maestro l’executive Nino Di Costanzo. Per lui si tratta di un ritorno perché, prima di Danì Maison, Petrosino aveva a sua volta operato nelle cucine de I Portici.

Tags:
emanuele petrosinoi portici
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.