A- A+
Costume
Eni sostiene InspirinGirls, progetto contro gli stereotipi di genere

Stereotipi e pregiudizi di genere sono ancora molto presenti nella nostra società. Dalla ricerca Ipsos “Cosa farò da grande?”, promossa da Valore D tra ragazzi e ragazze delle scuole medie, emerge infatti una visione del futuro ancora fortemente influenzata dagli stereotipi di genere. Mentre i ragazzi si immaginano ingegneri, medici o informatici, le loro compagne aspirano ad essere insegnanti, veterinarie o avvocato. Un’idea influenzata prevalentemente dalla famiglia, con la mamma come principale role model per le figlie (47%) e il papà per i maschi (44%). I genitori esprimono ancora una concezione tradizionale dei ruoli, pur riconoscendo le doti delle proprie figlie: da un lato infatti un genitore su due ritiene che sia più facile per un maschio fare carriera e che tocchi alle figlie occuparsi della famiglia (quasi 80%), dall’altro lo stesso campione (40%) riconosce che le ragazze hanno più facilità nello studio, che sono più sicure di sé e più ambiziose.

Per la maggioranza dei genitori poi (uno su due) la bravura nelle materie scientifiche è appannaggio dei maschi (in particolare l’informatica), mentre le femmine sono più brave in italiano, storia, geografia e lingue straniere. La permanenza di stereotipi di genere si ritrova anche nella percezione dei ragazzi e delle ragazze verso se stessi: 4 ragazze su 5 pensano che saranno loro a occuparsi maggiormente della famiglia e in questo anche i ragazzi sono sostanzialmente d’accordo (poco più di 3 su 5). Proporre modelli e messaggi che vadano al di là degli stereotipi evidenziati dalla ricerca rappresenta proprio l’obiettivo del progetto InspirinGirls: portare la testimonianza di donne che svolgono mestieri e ruoli tradizionalmente maschili agli studenti delle scuole medie, in particolare nelle classi seconde e terze. Perché è a quest’età che ragazzi e ragazze decidono il loro futuro percorso di studi - che influenzerà poi la loro vita professionale – ed è a quest’età che si creano preferenze di genere verso alcune materie, solo il 31% delle ragazze tra gli 11 e i 14 anni infatti giudica la matematica una materia divertente e piacevole, contro il 50% delle ragazze tra i 7 e 10 anni.

InspirinGirls è un progetto internazionale fondato da Miriam Gonzalez e ad oggi attivo in 6 Paesi (Spagna, Serbia, Italia, Cile, Brasile e Messico). Promosso in Italia da Valore D(2) in partnership con ENI e Intesa Sanpaolo e con il patrocinio del MIUR, si sta espandendo su tutto il territorio nazionale: ad oggi hanno aderito al progetto oltre 400 role model e 100 scuole da Milano a Caltanissetta, da Succivo (CE) a Mestre. Le role model, che aderiscono al progetto a titolo volontario e gratuito, sono manager, ingegnere, professioniste, sportive, imprenditrici e portano nelle scuole l’esempio delle proprie esperienze e il racconto delle loro carriere professionali, del coraggio e della passione che hanno guidato le loro scelte.

“L’obiettivo è testimoniare che non ci sono professioni per donne e per uomini e che ciascuno – indipendentemente dal genere – può realizzare le proprie aspirazioni con impegno e determinazione” ha dichiarato Barbara Falcomer, Direttore Generale di Valore D. “In questo primo anno di attività il progetto è stato accolto con grande favore dalle scuole e dai ragazzi. Questo ci sprona a proseguire nella prossima fase del programma con ancora più impegno per liberare da stereotipi e pregiudizi l’idea di futuro delle giovani generazioni”. Due nuovi strumenti supporteranno la diffusione del progetto: una campagna video in onda sul Canale 31 di Real Time da oggi per un mese presenterà InspirinGirls al grande pubblico attraverso il racconto di sei donne che hanno scelto professioni tradizionalmente “da uomini” e il sito www.inspiring-girls.it permetterà l’adesione al progetto online e la connessione tra scuole e role model su base territoriale.

A supporto di InspirinGirls – che ha ottenuto il patrocinio del MIUR - ci sono aziende che fin dall’inizio hanno creduto nel progetto: i due partner Eni e Intesa Sanpaolo, insieme con Real Time, Corriere della Sera, J.W. Thompson e Hill+Knowlton Strategies.

Tags:
eniinspiringirls
Loading...
in evidenza
Patrik Schick, gol da antologia La sensuale Krystina festeggia

Euro2020 show

Patrik Schick, gol da antologia
La sensuale Krystina festeggia

i più visti
in vetrina
Raffaella Fico, mostra il doppio "punto di vista" (le foto). E Wanda Nara...

Raffaella Fico, mostra il doppio "punto di vista" (le foto). E Wanda Nara...


casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.