A- A+
Costume
Ikea, altro che arredamento low cost. I mobili vintage valgono oro
Photo credit: DP Barnebys

Mobili iconici, collaborazioni con i grandi nomi del design, edizioni limitate. Oggi i mobili del gigante svedese di arredamento sono ricercatissimi dalle case d'asta di tutto il mondo

Ingvar Kamprad, fondatore del marchio Ikea, è morto sabato 27 gennaio 2018 lasciandosi alle spalle un  vero e proprio impero dell'arredamento low cost. Quando fu fondato nel 1943, Ikea era solo in Svezia. I suoi mobili venivano prodotti secondo standard elevati, con materiali di qualità. Oggi questi stessi pezzi sono diventati l'oggetto del desiderio per molti collezionisti: in particolare, negli ultimi anni, alcuni pezzi prodotti tra gli anni '70 e gli anni '90 hanno aste infiammate. Lo spiega il sito di aste Barnebys al quotidiano Le Figaro, elencando i mobili Ikea più ambiti. Sorprendentemente proprio i pezzi che furono un flop quando vennero immessi sul mercato oggi valgono "oro".  

Tags:
ikeaikea arredamentoikea mobili vintageikea mobili low costikea asta mobilimobili ikea vintage
in evidenza
Aria fredda polare sull'Italia Fine maggio da... brividi

Meteo previsioni

Aria fredda polare sull'Italia
Fine maggio da... brividi

i più visti
in vetrina
Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede

Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede


casa, immobiliare
motori
BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare

BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.