A- A+
Costume
Il tweet di Jenne Kristen costa al social 1.3 miliardi di dollari
'Un tweet da 1.3 miliardi di dollari’ probabilmente un record nella storia dei social network è stato quello di Jenne Kristen  la giovane e potente influencer americana che ha fatto perdere a Snapchat una montagna di soldi.
 
Se solo Berlusconi, Salvini, Di Maio o Renzi impegnati in campagna elettorale l’avessero scoperta prima è facilmente immaginabile cosa sarebbe successo tra flat tax, reddito di cittadinanza, migranti si migranti no, un pandemonio.
 
Certo perché ,ora più’ che mai, i milioni di navigatori della rete si fanno attrarre dalle suggestioni, dai consigli e dai pollici alzati o abbassati di giovani che solo qualche anno non esistevano: gli influencers.
 
Snapchat crolla in Borsa. Una influencer da 24 milioni di followers
 
Jenne, oltre ad essere una bella ragazza, è un personaggio televisivo, una conosciuta stilista e un’imprenditrice americana. Ma non basta, la giovane è una influencer seguita da qualcosa come 24 milioni di followers.
 
E’ bastato quindi che si mettesse al computer e ‘cinguettasse’ dubitando della funzionalità del social Snapchat perché, in un battibaleno, l’azienda perdesse in Borsa l’enorme cifra di oltre un miliardo di dollari.
 
Si può’ immaginare cosa possa aver pensato il potente e superpagato fondatore di Snapchat, Evan Spiegel, dall’alto dei suoi guadagni che, solo nel 2017, sono lievitati a 640 milioni di dollari. 
 
 
Snapchat crolla in Borsa. Le misure di Evan Spiegel
 
Mani nei capelli ma poi, detto fatto, deve aver escogitato qualcosa perché’ la stessa giovane ha subito dopo corretto il tiro riconfermando come Snapchat fosse sempre il suo primo amore e come il suo sentimento nei confronti del social fosse rimasto immutato. 24 milioni di seguaci pronti a cambiare immediatamente idea. Una vera e propria ‘locura’ direbbero gli spagnoli.
 
Con un colpo di bacchetta magica le perdite immediatamente si sono dimezzate. 
Un miracolo dei social ma pure la constatazione inquietante di quanto stiano cambiando gli investimenti in marketing di qualsiasi attività imprenditoriale. 
Se pensate alla vostra pubblicità sul cartaceo siete nella preistoria, se pensate alla televisione o alla radio siete nel dopoguerra, cominciate ad essere in linea solo quando pensate ad investire nella rete e a considerare molto gli ‘influenzers'.
 
E’ infatti importante sapere come, almeno il 40% delle persone di twitter, si faccia influenzare da qualcuno ritenuto punto di riferimento nel settore specifico.
 
Snapchat crolla in Borsa. Chiara Ferragni la potente influencer italiana
 
Un esempio significativo lo abbiamo anche noi in Italia. Chiara Ferragni è considerata la più’ potente influencer a livello mondiale per  quanto riguarda il settore della moda. 
 
Un mondo che cambia alla velocità di un tweet. Una politica che si confronta sulle centoquaranta battute di twitter . Ormai siamo tutti concentrati sulla sintesi e molto meno sull’oggetto che sta dietro la sintesi. 
 
Felicemente influenzati corriamo a comprare, corriamo a votare, decidiamo amicizie o divorzi.
E’ il nuovo che avanza: ‘è la rete bellezza’.   
Tags:
snapchattweetinfluencer
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Sky Calcio, tagliato il costo dell'abbonamento. E il pacchetto Sky Sport...

Sky Calcio, tagliato il costo dell'abbonamento. E il pacchetto Sky Sport...


casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.