A- A+
Costume
Sanremo, boom di nastri arcobaleno: 11 euro per le unioni civili

Quella dei nastri arcobaleno a Sanremo è stata un'inondazione che ha abbattutto qualsiasi argine. Le prime a indossarli sono state la prima sera del festival Noemi e Arisa, ma poi l'elenco di cantanti che hanno seguito l'esempio si è allungato sempre più, di serata in serata. Tra l'altro, ogni artista ha declinato il tema dell'arcobaleno a modo suo. E i nastri sono diventati anche braccialetti, papillon, disegni sulla mano...  Si sono espressi a favore delle unioni civili, tra gli altri, Enrico Ruggeri, Irene Fornaciari, Bluevertigo. E ancora, Rocco Hunt, Francesca Michielin, Patty Pravo, Annalisa, peppe Vessicchio, Scanu, Dolcenera ed Eros Ramazzotti.

Quella di Noemi e Arisa è stata una sorpresa in diretta sul palco del teatro Ariston. "Che c'e' nella mia borsa? Diritti uguali per tutti", aveva scritto Noemi su Twitter poco prima di interpretare la sua canzone, 'La borsa di una donna'. A lei il nastro lo ha comprato la sorella: undici euro, parola di scontrino, come scrive il Corriere della Sera. Arisa ha chiesto invece alla sua stylist di procurargliene uno. 

L'idea in origine è nata da un post di Antonio Pinna, vincitore di "Pechino Express", che rilanciava un'idea di Luca Finotti, regista di moda. L'idea era quella di chiedere agli artisti di arcobaleno per "far presente alla classe politica che l'amore ha gli stessi diritti per tutti". 

Un piccolo grande gesto a favore delle unioni civili, che - c'è da scommettere - farà tendenza

 

Tags:
noeminastriarcobaleno
in evidenza
"Speriamo che sia femmina": la politica può essere sexy? Scoprilo alla Piazza, crocevia delle elezioni!

La kermesse di Affari dal 26 al 28 agosto - Il programma

"Speriamo che sia femmina": la politica può essere sexy? Scoprilo alla Piazza, crocevia delle elezioni!


in vetrina
Scatti d'Affari ATIU, protagonista del più importante round di equity crowdfunding 2022

Scatti d'Affari
ATIU, protagonista del più importante round di equity crowdfunding 2022


casa, immobiliare
motori
Dacia Spring: l’elettrica oltre gli incentivi

Dacia Spring: l’elettrica oltre gli incentivi


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.