A- A+
Costume
"E' utile" al posto di "Mi piace". Arriva il social risolvi-problemi

Di Maria Carla Rota
twitter
@MariaCarlaRota

Interest netowrk. E' questa la nuova frontiera dei social network che, dalla nascita di Facebbok, il social per antonomasia, si sono evoluti in base alle esigenze degli internauti. Oggi, al di là del fare conoscenze sulla Rete, piace lo scambio di competenze, idee, suggerimenti. Così l'ultimo nato è Quag.com: un social network che mette in relazione automaticamente chi ha fatto ricerche simili e condivide gli stessi interessi, dove il "Mi piace" viene sostituito da "E' utile." Nuovo è anche "Petme", il primo social petwork dedicato agli animali, per trovare in un click la soluzione migliore e più adatta per risolvere ogni problema e far felici gli animali domestici. Un altro esempio? With and within, piattaforma made in Italy per rendere più semplice la vita di donne e mamme.  

"Se il concetto di interest network è nuovo, però, nei fatti esso richiama modalità già esistenti nella Rete, come i forum di discussione, dove da anni gli utenti si consultano per scambiarsi le proprie esperienze", spiega ad Affaritaliani.it Guido Di Fraia,  Direttore Scientifico del Master in Social Media Marketing all'Università IULM di Milano.

Due sono i principali elementi di novità degli interest network. "I forum di discussione sono dedicati in genere a un unico tema, sono ambienti di comunicazione verticale - prosegue Di Fraia -. Gli interest network hanno invece una struttura orizzontale, meglio ancora reticolare: le discussioni sono trasversali, una volta entrati nel network si trovano discussioni di vario tipo".

Altra novità è la possibilità di vedere ufficialmente riconosciuta la propria competenza e la propria leadership grazie a un sistema di punteggi. "In realtà questo riconoscimento c'è già anche nei forum di discussione, ma è implicito: si diventa leader perché gli altri utenti col tempo riconoscono l'autorevolezza. Un meccanismo che negli interest network viene reso esplicito ed enfatizzato. C'è un punteggio da guadagnare, in base ai contenuti prodotti. La leadership viene certificata dai pari".

Un sistema, questo, simile della Google Autorship, come spiega ancora Di Fraia. "Quando si fa una ricerca, sempre più spesso Google propone i contenuti di qualità messi in rete dagli utenti, mostrando foto e informazioni sull'autore. Dati che vengono forniti tramite il so Google+, a cui gli utenti possono collegare i siti e le piattaforme dove sono produttori di contenuti". 

Quello che ne deriva è una specie di grande contenitore, che diventa una sorta di rete di mutuo-aiuto in cui trovare suggerimenti e soluzioni per i propri quesiti. "Le piattaforme mettono insieme elementi preesistenti, come articoli, commenti, status, e li propongono durante le ricerche online. Meccanismi che vengono spesso indicati come elementi innovativi della Rete, ma che in realtà non fanno altro che portare  a maturazione potenzialità precedenti e preesistenti".

Qual è la direzione, allora, verso cui sta andando la Rete? "In passato - conclude Di Fraia - c'era una divisione netta tra Google da un lato e i social network dall'altro. La tendenza dei prossimi anni sarà quella di una sempre maggiore integrazione tra questi elementi. I motori di ricerca cercheranno di intercettare sempre più i contenuti social. E' il tema dell'intelligenza collettiva, che si articola ulteriormente: le reti sociali generano macro-menti pensanti e creano valore condiviso". 

 

 

Tags:
quag.comsocial networkpassionicompetenze
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Britney Spears, è guerra con il padre: "Rivoglio la mia vita"

Britney Spears, è guerra con il padre: "Rivoglio la mia vita"


casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.