A- A+
Cronache
Allarme sedentarietà, in Italia 20 milioni di persone non praticano sport

I medici lanciano l'allarme: un italiano su tre non pratica sport

"Mens sana in corpore sano", la locuzione latina tratta da un capoverso delle Satire di Giovenale è sempre attuale. Soprattutto, da uno studio effettuato, in Italia il 32.5% della popolazione, circa 20 milioni di persone, è sedentaria. Un cittadino su tre (la percentuale è ancora più alta nelle donne) non pratica alcuna attività fisica e risulta sedentario ben il 27% degli adolescenti tra i 3 e i 17 anni. Numeri drammatici che impongono la necessità di promuovere maggiormente lo sport e di conseguenza la salute dell'intera società. Come riporta anche l'AGI, l'obiettivo che si pongono la Federazione degli oncologi, cardiologi ed ematologi (Foce) e la Federazione Italiana Pallacanestro (Fip) con l'avvio di una collaborazione strutturata, presentata a Livorno in occasione della partita di basket Italia-Ucraina, valida per le Qualificazioni al Mondiale 2023.

LEGGI ANCHE: Salute, esercizio fisico il segreto per essere indipendenti dopo gli 80 anni

Allarme sedentarietà, praticare sport aiuta a prevenire le malattie cardio-vascolari

Francesco Cognetti, presidente di Foce, afferma: "Cancro, malattie ematologiche e cardio-vascolari interessano in totale oltre un sesto della popolazione i nuovi casi di tumori solidi l'anno sono oltre 390mila mentre quelli del sangue circa 35mila. Le malattie cardiache rappresentano inoltre la prima causa di morte nel nostro Paese. Sono patologie potenzialmente prevenibili attraverso stili di vita sani. Tra questi, lo sport svolge un ruolo fondamentale: centinaia di studi scientifici, nazionali e internazionali, ne hanno evidenziato gli indubbi vantaggi. Per garantire protezione contro gravi malattie deve però essere praticato in modo continuativo e iniziato sin da giovani. È quello che vogliamo insegnare ai cittadini che sembrano sottovalutare questi benefici".

"Come Foce, nelle scorse settimane abbiamo firmato con il CONI un Protocollo d'Intesa per l'avvio di progetti di sensibilizzazione e informazione sulla prevenzione del cancro e di altre malattie - aggiunge Francesco Cognetti - ora suggelliamo, con grande piacere, una forte intesa con una delle Federazioni Sportive italiane più prestigiose e importanti".

LEGGI ANCHE: Salute, il cervello dirige la difesa del corpo nella malattia

Iscriviti alla newsletter
Tags:
italianisport
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"

Finley, l'intervista di Affari

"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"


in vetrina
Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna

Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna





motori
Winkelmann CEO Lamborghini, prudente sulle BEV il primo modello arriverà nel 2028

Winkelmann CEO Lamborghini, prudente sulle BEV il primo modello arriverà nel 2028

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.