A- A+
Cronache

di Pietro Mancini

"Malagiustizia". Dopo le gravi accuse, il lungo calvario e la completa assoluzione di Vittorio Pisani, l'allora Procuratore di Napoli, Lepore, che inquisì il Capo della Mobile, ritenuto uno dei più bravi poliziotti italiani, ha detto, gelidamente: "Sono contento per lui, ma c'erano gli elementi per portarlo alla sbarra!".

Sarebbe stato troppo chiedergli scusa ?
Quanto ha pesato nella vicenda giudiziaria l'intervista, in cui Pisani disse che, a suo avviso, non c'erano gli elementi per assegnare una scorta allo scrittore Roberto Saviano ? E l'"eroe anti-camorra" non potrebbe spendere una parola di rincrescimento e di solidarietà a Pisani ?

Chi ripagherà i danni, arrecati a una giovane commercialista di Napoli, rinchiusa in cella per più di un anno, per il "reato di parentela" : è la moglie del titolare di un noto ristorante sul Lungomare, condannato per riciclaggio?
 

Tags:
pisaniassoluzionegiustizia
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.