A- A+
Cronache
AstraZeneca e J&J, il virologo Silvestri: il vero rischio è la troppa cautela

Sui vaccini AstraZeneca e J&J il rischio di gravi trombosi è molto basso, dice il virologo Guido Silvestri, perciò non si rimanga prigionieri di una cautela eccessiva.

"Per AstraZeneca e Johnson&Johnson il rischio di effetti avversi severi, in particolare questa trombosi delle vene cerebrali causata da anticorpi contro il Pf4 (che assomiglia clinicamente alla piastrinopenia trombotica associata all'uso di eparina), è molto basso: un caso su un milione di persone vaccinate. Il rischio di rimanere prigionieri di cautele eccessive non è da sottovalutare", dice in un'intervista a 'il Fatto Quotidianò Silvestri, professore alla Emory University di Atlanta, mentre siamo in attesa della decisione dell'Agenzia europea del farmaco Ema sul vaccino anti-Covid di Janssen, gruppo J&J.

Silvestri è stato vaccinato negli Stati Uniti con "Moderna. Ma Pfizer sarebbe stato lo stesso, gli altri non erano un'opzione a gennaio", spiega. Quanto alle contestate da alcuni, desiderate da altri riaperture programmate in Italia dal 26 aprile, si tratta di "scelte difficili - rileva - e bisogna ragionare in termini di rischi sia del virus che degli effetti delle chiusure prolungate. Con l'aumento progressivo dei vaccinati, soprattutto nelle categorie fragili, diventeranno sempre più gestibili i carichi ospedalieri e presto cominceremo ad avvertire l'effetto della bella stagione che riduce la circolazione dei virus respiratori". Ma con l'attenuazione delle restrizioni anti-contagio come bisognerà comportarsi? "I vaccinati trasmettono il virus pochissimo", quindi secondo l'esperto "è lecito che queste persone riprendano una vita normale".

Mentre "i non vaccinati devono mantenere le precauzioni", perché "dopo l'estate ritorna l'autunno". Ma per allora sarà finita? Per Silvestri "ne saranno fuori i Paesi in cui la percentuale di vaccinati sarà sufficientemente alta da ridurre in modo importante la circolazione del virus. Dove si saranno vaccinate soprattutto le persone a rischio si potrebbe avere un calo sostanziale della mortalità, pur in presenza di livelli importanti di circolazione virale. Il che sarebbe comunque un risultato positivo, ma rischioso in quanto si potrebbero selezionare varianti del vius meno sensibili al vaccino". Silvestri fa poi il punto sulle vaccinazioni: negli Usa si osserva "un lento, ma costante miglioramento. Siamo arrivati a oltre 133 milioni di persone vaccinate, di cui 86 milioni hanno fatto due dosi, e si marcia a ritmo di 3-4 milioni di immunizzazioni al giorno, quindi si va verso la fine del tunnel". Riguardo all'Ue, che ha annunciato l'invio in Italia di 54 milioni di dosi, "essere ottimisti è un dovere per noi scienziati. Però è indubbio - aggiunge - che in questa particolare situazione l'Unione europea stia andando a rilento in confronto non solo a Stati di grandi risorse come gli Usa, il Regno Unito e Israele, ma anche rispetto ad alcuni Paesi di risorse più limitate, penso a Cile, Uruguay, Bahrein, Emirati Arabi Uniti o lo stesso Buthan. Mi preoccupa non solo la lentezza dei progressi, ma anche la scarsa coordinazione tra Paesi, forse un problema più ampio nell'Ue". 

Commenti
    Tags:
    rischiocautelasilvestriastrazenecaj&j
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme dopo 17 anni!

    Ritorno di fiamma

    Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme dopo 17 anni!

    i più visti
    in vetrina
    Ibrahimovic (out per il ginocchio) presenta la nuova maglia del Milan (foto)

    Ibrahimovic (out per il ginocchio) presenta la nuova maglia del Milan (foto)





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    "Soleterra" il primo suv completamente elettrico di Subaru

    "Soleterra" il primo suv completamente elettrico di Subaru


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.