A- A+
Cronache
latte biberon

Il premier neozelandese John Key accusa il colosso caseario Fonterra di aver esitato a lanciare l'allarme dopo la scoperta, in alcuni prodotti derivati dal latte, di un batterio che potrebbe causare il botulismo (pericolosa intossicazione alimentare che in caso di attacco fulminante può anche uccidere nel giro di 24 ore). Fonterra solo negli ultimi giorni ha fatto sapere di aver venduto nel maggio scorso proteine del siero di latte concentrate prodotte in Nuova Zelanda a Cina, Malesia, Arabia Saudita, Thailandia e Vietnam. L'annuncio ha fatto scattare l'allarme in Cina, che ha subito bloccato le importazioni di latte in polvere dalla Nuova Zelanda.

Key si e' detto preoccupato per l'impatto che l'episodio puo' avere sulla reputazione della Nuova Zelanda, famosa per le sue esportazioni, soprattutto in Asia, di latte 'verde', pulito e naturale. Key sostiene che i test fin dall'anno scorso rivelavano che in tre partite di siero concentrato usato per produrre bevande e latte in polvere per neonati era stato riscontrato il batterio Clostridium botulinum, che causa il botulismo. Il premier quindi non capisce perche' Fonterra non abbia lanciato subito l'allarme: "Sono sconcertato - dice - non capisco perche' a maggio del 2012, quando il siero e' stato prodotto, i test non hanno rivelato nulla e Fonterra l'abbia fatto uscire fuori. In un paese che considera questo business essenziale - ha aggiunto - questo non sarebbe dovuto succedere, perche' e' un business che si basa sulla salute e la fiducia dei consumatori".

FONTERRA CHIEDE SCUSA MA SMENTISCE COPERTURA - Il colosso caseario neozelandese Fonterra ha chiesto scusa per l'allarme creato dal timore che alcuni prodotti derivati dal latte contengano un batterio che potrebbe causare il botulismo, ma ha respinto le accuse del premier, John Key, che ci possa esser stato un colpevole ritardo nel lanciare l'allerta. "Chiediamo scusa sinceramente alle persone che sono rimaste coinvolte", ha detto l'amministratore delegato Theo Spierings nel corso di una conferenza stampa a Pechino; il top manager ha pero' assicurato che l'azienda ha informato le autorita' nell'arco di 24 ore dal momento in cui ha accertato il problema.

Tags:
batteriolatte
in evidenza
Chiara Ferragni e tata Rosalba Incredibile stipendio per la nanny

Spettacoli

Chiara Ferragni e tata Rosalba
Incredibile stipendio per la nanny

i più visti
in vetrina
Meteo, agosto pazzo. Temporali e caldo africano. Ecco dove e quando

Meteo, agosto pazzo. Temporali e caldo africano. Ecco dove e quando





casa, immobiliare
motori
A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km

A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.