A- A+
Cronache
Il rischio di un futuro senza antibiotici. Si morirebbe di infezioni

Sicurezza alimentare, ecco la lista nera dei cibi più tossici

Shampo, creme e saponi: la lista nera degli ingredienti nocivi

Intestini di maiale al posto dei calamari…

Catturato il topo più grande del mondo: era sotto al lavandino

Ristorante serve carne umana nel menu: undici arresti

Cibo avariato a scuole e ospedali 53 indagati e…

 

Senza misure urgenti e "un'azione coordinata" entrare in un'era pre-antibiotica è una reale possibilita'. A lanciare l'allarme e l'Organizzazione mondiale della sanita' (Oms) che ha pubblicato a Ginevra il primo rapporto sulla resistenza antimicrobica su scala mondiale, redatto ai dati provenienti da 114 paesi. Al centro del documento la resistenza agli antibiotici di sette diversi batteri responsabili di malattie gravi comuni, come le infezioni ematologiche, le diarree, le polmoniti, le infezioni delle vie urinarie e la gonorrea. I risultati mostrano un preoccupante tasso di resistenza agli antibiotici, compresi quelli di "ultima istanza".

Ad esempio, la resistenza al trattamento di ultimo ricorso contro le infezioni potenzialmente mortali causate dalla Klebsiella pneumoniae, "carbapenemi", si e' diffuse in tutte le regioni del pianeta. Cosi' come la resistenza ad uno dei farmaci antibatterici piu' usati per il trattamento delle vie urinarie provocati dall'E. Coli, "fluorochinoloni".In particolare, in Europa sono stati registrati, si legge nel documento, elevati livelli di resistenza alle cefalosporine di terza generazione per la Klebsiella pneumonia. Inoltre in alcune parti del mondo, il 60 per cento delle infezioni da Staphylococcus aureus e' meticillino-resistente.

"L'efficacia degli antibiotici - ha dichiarato Keiji Fukuda, vice Direttore Generale delli'Oms per la sicurezza sanitaria - e' stato uno dei pilastri che ci consentono di vivere piu' a lungo, in migliore salute, e di beneficiare dalla medicina moderna. In assenza di azioni significative per meglio prevenire le infezioni, ma anche per cambiare il modo in cui produciamo, prescriviamo e utilizziamo gli antibiotici, il mondo perdera' poco a poco questi strumenti di salute pubblica mondiale e le conseguenze saranno devastanti".

Il rapporto rivela che gli strumenti chiave per affrontare il problema, come i sistemi di monitoraggio, sono molto lacunosi. E addirittura, in alcuni paesi, neanche esistono. Secondo l'Oms, bisognerebbe quindi agire subito e in modo efficace, coinvolgendo anche i cittadini. .

 

Chicken McNugget 2

Guarda la gallery

Tags:
batteriinfezioni
in evidenza
Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

Politica

Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.