A- A+
Cronache

 

Una donna di 63 anni di Vigliano Biellese, Vanda Vazzoler, è stata uccisa a calci e pugni nella sua abitazione, al sesto piano di una palazzina di via Dante. A trovare il cadavere il marito, che ha subito dato l'allarme al 118 e alla polizia. La vittima sarebbe stata legata e picchiata. Gli inquirenti non escludono che a ucciderla siano stati dei malviventi entrati nella sua casa a scopo di rapina.

La cassaforte, però, non è stata forzata. La vittima era molto nota in paese: il marito è un imprenditore e la sorella, Cristina, è consigliera comunale. Il delitto nell'appartamento all'ultimo piano di via Dante 3. Non è chiaro se sia stata lei ad aprire al ladro o ai ladri, che secondo le prime ipotesi investigative sarebbero saliti a piedi fino al sesto piano della casa.

A terra, vicino al cadavere, è stato trovato un asciugamano e alcuni oggetti che i ladri intendevano rubare. Sul posto sono subito accorsi anche la figlia e il genero. Le indagini sono affidate alla polizia. Sul luogo del delitto si trova ancora la scientifica per i rilievi del caso.

Tags:
calcipugnianzianabiella
Loading...
Loading...

i più visti

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuovo Renault Arkana, il SUV della Losanga arriva in Europa

Nuovo Renault Arkana, il SUV della Losanga arriva in Europa


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.