A- A+
Cronache

"Le dimissioni del Consiglio d'amministrazione dell'Ilva dimostrano che non c'è mai stata la reale volontà di investire le risorse adeguate per affrontare uno dei maggiori disastri ambientali del Paese e d'Europa". Lo dichiara il Presidente dei Verdi Angelo Bonelli che aggiunge: "E' indecente e incomprensibile che qualcuno, in Italia, possa volere l'impunità per chi ha inquinato provocando, come si legge nell'indagine epidemiologica della procura di Taranto, malattia e morte. Per anni la politica e i sindacati sono stati in silenzio mentre il disastro ambientale di Taranto si consumava. Nel 2005 Regione, Provincia e Comune di Taranto addirittura ritirarono al costituzione di parte civile in un altro processo per reati ambientali contro Ilva".

Bonelli(1)

 

Tags:
bonelliilvainquinamentoinvestimenti
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.