A- A+
Cronache
Vigili Polizia municipale

Contravvenzioni della polizia municipale ancora non pagate? Molti italiani potranno stracciarle senza rischiare di incorrere in ulteriori sanzioni per non aver pagato. Da lunedì il sistema di gestione delle multe stradali di 6mila comuni andrà in tilt. Perché nessuno si è adeguato alla scadenza del 20 maggio, attrezzandosi per riscuotere le sanzioni quando Equitalia non se ne occuperà più. Una data che, come spiega Repubblica, era nota da due anni ma è stata ignorata nella maggior parte dei casi.

Lo stesso discorso vale anche per tutte le altre tasse comunali, compresa quella per i rifiuti, che fruttava 1,4 miliardi di euro l’anno.

Un problema economico, quello delle multe stradali, ma anche di sicurezza. Il 76,4% degli incidenti si verificano sulle strade urbane, con 1.744 morti (45,2% del totale) e 213.001 feriti (72,9%). Cifre drammatiche che dimostrano come i comuni non abbiano mai destinato la metà degli introiti delle contravvenzioni al miglioramento della sicurezza stradale. Nessuno, inoltre, ha avviato una politica di prevenzione stradale legata alle gestione delle contravvenzioni, spesso usata solo per fare cassa.

Tags:
caosmultestradaliriscuotere
in evidenza
Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

Diletta, Wanda... che foto

Kardashian, lato B o lato A?
E il tatto di lady Vale Rossi...

i più visti
in vetrina
Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020

Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020





casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.