A- A+
Cronache
Carabiniera riammessa nell'Arma dal Tar. "Quella donna è robusta non obesa"

Carabiniera riammessa dal Tar, il suo peso non era eccessivo

Una carabiniera è stata riammessa nell'Arma. Era stata esclusa in seguito alla visita medica, in quanto considerata obesa. Il Tar ha ribaltato il verdetto: "E' solo robusta". Massa grassa e massa corporea erano state calcolate male dalla commissione medica, che aveva escluso una 32enne di origini tunisine. Ma gli esaminatori non avevano misurato correttamente l'altezza. Due centimetri in più hanno salvato l'aspirante allieva carabiniera. La neoallieva carabiniera, di origini tunisine ma residente a Palermo, ha dimostrato infatti che l'eccesso di massa grassa rilevato in sede di prove psicofisiche dalla commissione medica dell'Arma era stato calcolato in maniera errata.

La verifica dell'altezza, chiesta dai legali nel corso del giudizio di primo grado di fronte al Tar Lazio, è stata decisiva per far rientrare la candidata nei parametri previsti dal bando di concorso. Ora il Consiglio di Stato ha respinto l'appello del ministero della Difesa e confermato la riammissione della candidata, che è stata dunque assunta dall'Arma dei carabinieri.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
carabiniericronache palermo
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in Rete

MediaTech

Affari in Rete


in vetrina
Svolta meteo: ecco quando termina il freddo e torna il caldo

Svolta meteo: ecco quando termina il freddo e torna il caldo





motori
Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.