A- A+
Cronache
In mano agli hacker 40 milioni di carte di credito

Negli Stati Uniti quaranta milioni di carte di credito sono finite nel mirino degli hacker. La grande catena di distribuzione americana Target ha confermato di aver avviato un'inchiesta sul furto di dati da parte di pirati informatici che hanno fatto irruzione nel sistema dell'azienda lo scorso 27 novembre, il giorno prima del Thanksgiving, cioe' a dire alla vigilia del giorno di shopping piu' intensi dell'anno per gli americani. Sempre secondo quanto dichiarato da Target, gli hacker avrebbero continuato ad avere accesso al sistema informatico fino allo scorso 15 dicembre, rubando numeri di carte di credito e debito e i loro codici di sicurezza.

Ad essere colpiti sono stati i clienti dei negozi e non quelli che hanno effettuato acquisti on line. Anche i servizi segreti americani hanno avviato un'inchiesta. Potrebbero essere coinvolti dei dipendenti. Un simile furto di dati e' avvenuto lo scorso anno presso la catena specializzata nella vendita di libri Barnes & Nobles.

Tags:
hackercarte di creditodati sensibili
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
DS3 E-Tense Crossback:protagoniste alla Marina di Santa Margherita Ligure

DS3 E-Tense Crossback:protagoniste alla Marina di Santa Margherita Ligure


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.