A- A+
Cronache
"Cellulari e Wi-Fi pericolosi". Tencologia e tumori, lo studio

Cura dei tumori, scoperto l'albero genealogico delle metastasi

 

Tumori, l'allarme choc di Veronesi: "Colpiranno 1 italiano su 2"
 

Arriva da più parti l'allarme su cellulare e Wi-Fi: "Aumentano il rischio di cancro, soprattutto sui bambini". E proprio studiare gli effetti di cellulari e Wi-Fi sul cervello dei più giovani è l’obiettivo di uno studio triennale che sta per cominciare nel Regno Unito a opera dell’Imperial College e della University of London. La ricerca è stata commissionata dal Department of Health e dovrà indagare sugli eventuali danni alla salute per lo sviluppo delle attività cognitive o per il rischio tumori. Il rapporto tra cellulari e sviluppo di patologie tumorali al cervello è uno degli argomenti più controversi degli ultimi anni, con studi precedenti che hanno presentato conclusioni spesso in conflitto.

In particolare per quanto riguarda i più giovani c’è necessità di fare chiarezza in merito ai possibili danni alla salute, come spiega il Prof. Paul Elliot, direttore del Medical Research Council Centre for Environment and Health presso l’Imperial College: Abbiamo bisogno di investigare perché è una tecnologia nuova. Le prove scientifiche disponibili al momento sono rassicuranti e non mostrano alcuna associazione tra esposizione alle onde radio legate all’utilizzo dei telefoni cellulari e i tumori al cervello negli adulti nel breve periodo, ma il supporto scientifico riguardante un utilizzo intensivo a lungo termine da parte dei bambini è limitato e poco chiaro.

Lo studio prenderà il nome di Study of Cognition, Adolescents and Mobile Phones (SCAMP) e interesserà circa 160 istituti scolastici londinesi. Punto centrale della ricerca sarà l’installazione di una “app” sul dispositivo mobile utilizzato dai bambini, che registrerà ogni utilizzo per quanto riguarda durata delle chiamate, numero di messaggi di testo o traffico Internet. Verranno inoltre eseguiti due controlli, all’età di 7 anni e a quella di 9. Scopo finale della ricerca, secondo quanto ha affermato la Dr. Mireille Toledano of Imperial College e autrice principale dello studio, quello di raccogliere informazioni utili per una nuova consapevolezza in merito ai possibili rischi per quanto riguarda genitori e figli. (da Greenstyle.it)

L'ALLARME DALLA FRANCIA - Trenta minuti al giorno di telefonate al cellulare aumentano il rischio di cancro al cervello. A lanciare l'allarme è una nuova ricerca dell'Università di Bordeaux, pubblicata sulla rivista scientifica Occupational and Environmental Medicine, secondo cui conversazioni telefoniche troppo lunghe possono causare danni cerebrali permanenti, come meningioma e glioma.

Stare al cellulare per 15 ore al mese sarebbe altamente pericoloso per il cervello. Lo studio dell'Unità di epidemiologia e prevenzione (Isped) si è basato sull'analisi di un campione di persone affette da meningioma e glioma, in alcuni dipartimenti francesi. I ricercatori hanno individuato nei pazienti di Gironda, Calvados, Manica e Herault un legame tra la comparsa dei tumori cerebrali e l'uso prolungato del cellulare per telefonare. Mezz'ora al giorno di conversazione telefonica raddoppierebbe i rischi di tumore al cervello. La ricerca "dimostra che il rischio di contrarre un glioma è doppio per chi usa il cellulare regolarmente e per lunghe conversazioni".

Tags:
cellularetumoricancro
in evidenza
Non solo caldo africano... Attenti ai temporali violenti

Meteo, eventi estremi

Non solo caldo africano...
Attenti ai temporali violenti

i più visti
in vetrina
Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico

Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico





casa, immobiliare
motori
Mercedes me Charge le nuove offerte per i clienti elettrificati della Stella

Mercedes me Charge le nuove offerte per i clienti elettrificati della Stella


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.