A- A+
Cronache
Cerciello Rega, Carabinieri contro il Governo: "Pochi soldi e zero tutele"

Cerciello Rega, sindacato dei Carabinieri contro il Governo: "Pochi soldi e zero tutele"

E' passato solo un giorno da quando la Corte di Assise di Appello di Roma ha condannato a 15 anni e due mesi di carcere Lee Elder Finnegan e a 11 anni e 4 mesi Gabriele Natale Hjorth, i due studenti americani accusati dell'omicidio del carabiniere Mario Cerciello Rega avvenuto a Roma nel luglio del 2019, con un significativo sconto di pena.

Dura la reazione dell'Arma, che tramite Andrea Cardilli, Segretario Nazionale tutela legale e disciplinare dell’Unione Sindacale Italiana Carabinieri (USIC), "esprime incredulità e sdegno per la sentenza emessa dalla Corte d’Assise d’Appello che ha previsto uno sconto di pena per le due persone coinvolte nell’assassinio del carabiniere Mario Cerciello Rega. Una decisione che lascia basiti e che prima di valore sia il lavoro di un servitore dello Stato che la vita di un essere umano. Pur rispettando il ruolo degli organi giudicanti, non possiamo evitare di sottolineare lo stupore e il dolore che questa decisione ha provocato alla famiglia del collega e all’intera comunità delle forze dell’ordine. Quando poi altri carabinieri vengono condannati a 12 anni per omicidio preterintenzionale, dovremmo riflettere sul trattamento che stiamo subendo. Il governo predica bene ma razzola male. Mentre da una parte promette più sicurezza, dall’altra stanzia solo pochi euro per il nostro contratto di lavoro, scaduto da ormai tre anni, senza dare le vere tutele che il personale aspetta da tempo”. 

LEGGI ANCHE: Omicidio Cerciello, sconto di pena in Appello per i due assassini americani

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in Rete

Esteri

Affari in Rete


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
NISMO torna in Europa con la nuova Nissan Ariya NISMO elettrica

NISMO torna in Europa con la nuova Nissan Ariya NISMO elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.