A- A+
Cronache
Clan Spada, la Cassazione conferma: "È mafia". Ostia, sentenza al maxiprocesso

Ostia, la Cassazione conferma: "Il clan Spada è mafia". Nuovo processo per omicidio per Roberto, Ottavio e Carmine Spada

Il clan Spada è mafia. Lo ha deciso la prima sezione penale della Corte di Cassazione nella sentenza del maxiprocesso su 17 membri dell'organizzazione criminale di Ostia accogliendo la richiesta del sostituto procuratore generale della Cassazione, Luigi Birritteri, che aveva sollecitato la conferma dell'associazione a delinquere di stampo mafioso per il clan del litorale.

I supremi giudici hanno inoltre disposto un nuovo processo d'Appello per l'omicidio di due esponenti di un clan rivale, 'Baficchio' (Giovanni Galleoni) e 'Sorcanera' (Francesco Antonini), commesso il 22 novembre del 2011, di giorno e nel centro di Ostia. Il processo di Appello bis riguardera' Roberto Spada, gia' condannato in via definitiva per la testata al giornalista Daniele Piervincenzi, Ottavio Spada detto 'Marco' e Carmine Spada. I ricorsi degli altri imputati sono stati dichiarati inammissibili o rigettati.

La corte ha dunque confermato sostanzialmente le pene inflitte. Il processo nasce dall'indagine della Direzione distrettuale antimafia di Roma, coordinata dai procuratori aggiunti Michele Prestipino e Ilaria Calo' e dal pm Mario Palazzi, che aveva portato il 25 gennaio del 2018 all'operazione 'Eclissi' con gli arresti eseguiti dai carabinieri e dai poliziotti della Squadra mobile. 

Libera: "La sentenza Spada riconosce lo scenario mafioso"

"La sentenza della Cassazione riconosce in via definitiva lo scenario mafioso che ha a lungo condizionato la realta' di Ostia, segnata dal radicamento del clan Fasciani e del clan Spada". E' il commento dell'avvocato Giulio Vasaturo, legale di parte civile dell'associazione Libera. "Questa pronuncia consegna alla storia una verita' processuale ora intangibile che vale a smentire quanti hanno sin qui minimizzato la presenza e la pervasivita' delle mafie nella citta' di Roma", ha concluso il penalista. 

LEGGI ANCHE: Omicidio Liliana, la bugia del marito alla polizia: "Ero in giro in bici"
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    cassazioneclan spadamafiaostia
    in evidenza
    In gol Arturo Calabresi È il figlio del Biascica di Boris

    Coppa Italia, Roma-Lecce

    In gol Arturo Calabresi
    È il figlio del Biascica di Boris

    i più visti
    in vetrina
    Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"

    Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"





    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Kia Niro, l'auto che si ispira alla sostenibilità

    Nuova Kia Niro, l'auto che si ispira alla sostenibilità


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.