A- A+
Cronache
Coronavirus, in Italia più contagi che in Cina. Tragico record di 969 morti
(fonte Lapresse)

Sono 86.498 i casi totali di coronavirus in Italia, con un aumento di 5.959 casi contro i 6.153 in più registrati ieri, quindi in leggero calo. Dopo 5 settimane dall'inizio (ufficiale) dell'epidemia nel nostro Paese, superata dunque la Cina, ferma a 81.342 casi, secondo le ultime stime della Johns Hopkins University. Superati anche gli Usa, dove l'epidemia galoppa con tassi di crescita ben superiori ai nostri: i casi sono 86.012 ma arriveranno nuovi aggiornamenti nelle prossime ore, si prevede con numeri consistenti.    

Stando ai dati del bollettino quotidiano della Protezione Civile, letti oggi dal commissario Domenico Arcuri, ​sono 66.414 gli attualmente positivi (+4.401 contro +4.492 di ieri), 10.950 guariti (+589, ieri +999) mentre i decessi totali sono 9.134, con un aumento di 969 in un solo giorno, ma su cui pesano i 50 del Piemonte non comunicati ieri e inseriti oggi in tabella, che quindi vanno sottratti al dato di oggi e inseriti in quello di ieri. La crescita sarebbe quindi di 869 decessi in un solo giorno, comunque record negativo. Nel dettaglio, a oggi si contano 26.029 ricoverati, 3.732 in terapia intensiva, 36.653 in isolamento domiciliare.

Coronavirus: Gallera,in Lombardia +2.409 casi; totale 37.298 

I casi di persone positive al coronavirus in Lombardia sono aumentati oggi di 2.409, arrivando a un totale di 37.298. L'aumento è leggermente inferiore a ieri, quando era stato di 2.543. A comunicare i dati è stato l'assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, nel video su Facebook di aggiornamento quotidiano sulla situazione. I decessi di persone positive al coronavirus in Lombardia sono 541 in più rispetto a ieri. Dall'inizio dell'emergenza il totale sale quindi a 5.402. A comunicare i dati è stato l'assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, nel video su Facebook di aggiornamento quotidiano sulla situazione.

Coronavirus: Oms, per vaccino ancora almeno 18 mesi

"Per avere un vaccino contro il Covid-19 servono ancora almeno 18 mesi". Lo ha detto il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus durante un briefing sull'emergenza del nuovo coronavirus. "Nel frattempo", ha aggiunto, "riconosciamo che c'è un urgente bisogno di terapie per curare i pazienti e salvare vite".

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronavirusitaliacinacontagi
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    La febbre nei locali? Si misura ancora all'antica

    Coronavirus vissuto con ironia

    La febbre nei locali?
    Si misura ancora all'antica

    i più visti
    in vetrina
    Nina Moric mostra il lato B: foto in intimo bellissima

    Nina Moric mostra il lato B: foto in intimo bellissima


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Skoda non solo auto, in gamma 17 biciclette da quelle per bambini alle e-bike

    Skoda non solo auto, in gamma 17 biciclette da quelle per bambini alle e-bike


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.