A- A+
Cronache
Denise Pipitone, la mamma Piera Maggio: “Chi sa deve parlare”
La Presse

La trasmissione ORE 14 condotta da Milo Infante su Rai2 torna sul caso della scomparsa di Denise Pipitone. E lo fa partendo dalle dichiarazioni di Piera Maggio e Piero Pulizzi. “Dentro di me c'è un dolore perpetuo che non si è mai affievolito ma non ho mai abbandonato la speranza di poterla riabbracciare. Ci sono stati tanti sbagli, tante incongruenze, tante lacune in questa indagine. Adesso bisogna che qualcuno si incarichi di vedere chi ha sbagliato, noi ne abbiamo bisogno. Abbiamo bisogno di vedere un po' di luce in questa storia. Ci sono persone che sanno e che non hanno detto la verità. Siamo anche convinti che ci siano persone che hanno lavorato all'indagine che avrebbero ancora molto da dire”, ha detto la mamma di Denise davanti allo striscione 'Verità per Denise' esposto oggi sull'edificio che ospita il Comune di Mazara del Vallo.

Presente alla manifestazione anche il papà biologico di Denise, Piero Pulizzi. “Il mio appello è questo – ha detto Pulizzi - chi sa e chi ha visto deve parlare”.

Poi tocca ad un teste chiave, il sig. Battista della Chiave. Il video mandato in onda fa vedere che l'uomo con estrema difficoltà, era sordomuto, a gesti dice di poter riconoscere la bambina che suo nipote Giuseppe Della Chiave aveva in braccio il giorno in cui si è presentato nel magazzino di via Rieti a Mazara del Vallo. Bambina che avrebbe avuto quel giorno gli stessi abiti della piccola Denise (come confermato dalla mamma). L'immagine di Denise, estratta e mostrata dall'avvocato Giacomo Frattizza viene riconosciuta dal teste. Dunque, una nuova e importante rivelazione.

Secondo l'avvocato di Piera Maggio per i pubblici ministeri il sig. Della Chiave sarebbe stato un teste inattendibile “ma la Cassazione ha detto che doveva essere sentito. La procura, però, ha detto di no”.

“Su Denise non si è voluto indagare e il video lo dimostra” dice il direttore di affaritaliani.it Angelo Perrino. “Grazie ai giornalisti, però, si è tornati ad indagare e a pungolare la magistratura. Si inverte ciò che invece avviene da qualche tempo e cioè che la magistratura imbecca i giornalisti con qualche velina fatta uscire ad hoc.

Nei giorni scorsi Roberto Cusani, consulente di Piera Maggio, ha rilasciato una dichiarazione in merito a un'intercettazione telefonica mandata in onda da Mattino 5 dove si sente rispondere al telefono una bambina che viene subito zittita. “Pronto” dice la bambina. “Stai zitta” risponde una voce probabilmente femminile. Una intercettazione che il consulente definisce molto interessante. “Quando esaminai i tabulati quella telefonata risultava di zero secondi e quindi come se non fosse mai partita”. La telefonata è stata intercettata pochi giorni dopo la scomparsa della piccola Denise.

Commenti
    Tags:
    denise pipitonemazara del vallopiera maggio
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme dopo 17 anni!

    Ritorno di fiamma

    Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme dopo 17 anni!

    i più visti
    in vetrina
    Ibrahimovic (out per il ginocchio) presenta la nuova maglia del Milan (foto)

    Ibrahimovic (out per il ginocchio) presenta la nuova maglia del Milan (foto)





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Opel lancia il Rally Design Kit per la Corsa-e

    Opel lancia il Rally Design Kit per la Corsa-e


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.