A- A+
Cronache
Apple

Cacciato per aver lavorato venti minuti in più. Un dipendente di Apple in Francia rischia una sanzione disciplinare che può arrivare anche al licenziamento, per aver lavorato 20 minuti in più del tempo previsto. L’uomo è stato convocato dai suoi superiori per un colloquio. Stando alla sua ricostruzione dei fatti, l’impiegato Thomas Bordage era stato uno dei promotori di uno sciopero dichiarato proprio in concomitanza con il lancio dell’iPhone 5.

Convocato dai dirigenti, si sarebbe visto rimproverare 20 minuti di ritardo nel lasciare il posto di lavoro, un prolungamento di orario senza giustificazione. Stando al dipendente si tratta invece di un ritardo del tutto abituale e la possibile sanzione che può arrivare fino al licenziamento sarebbe dovuta al fatto che il suo sindacato (SUD) ha portato in tribunale Apple Francia per aver impiegato dei dipendenti oltre le 21 nei suoi sette Apple Store. Nessun commento, al momento, da parte di Apple Francia.

Tags:
applelicenziamento
in evidenza
Tatangelo, bikini fa girare la testa Britney Spears senza il reggiseno

E Ilary Blasi... FOTO DELLE VIP

Tatangelo, bikini fa girare la testa
Britney Spears senza il reggiseno

i più visti
in vetrina
Federica Pellegrini, balletto irresitibile da medaglia d'oro dopo le Olimpiadi

Federica Pellegrini, balletto irresitibile da medaglia d'oro dopo le Olimpiadi





casa, immobiliare
motori
A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km

A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.