A- A+
Cronache

"Rosa e Olindo non sono i colpevoli, ma solo dei poveretti che stanno pagando la loro ingenuità". Lo ha affermato solo qualche giorno fa Azouz Marzouk, il padre e il marito di Youssef e Raffaella Castagna, uccisi insieme a Paola Galli e Valeria Cherubini l'11 dicembre del 2006. Ora arrivano nuove clamorse novità: un team di esperti sta spulciando le carte dell'inchiesta, scoprendo che molti dettagli non tornano. E starebbero per chiedere la revisione del processo.

La rivelazione è del settimanale Oggi, al quale Marullo, docente di Criminologia alla Sapienza, spiega: "Ci sono molti elementi che non tornano nella ricostruzione". Solo venti minuti per commettere quattro delitti e un tentato omicidio e appiccare un incendio, per poi lavarsi, cambiarsi e scappare in altri venti minuti al massimo sembra un lasso di tempo troppo piccolo. Senza contare la sparizione delle armi del delitto (mai trovate) e senza lasciare nemmeno una traccia.

Lente d’ingrandimento, secondo Oggi, puntata anche sulla confessione di Olindo. Nelle registrazioni si sente un carabiniere spiegargli che in caso di ammissione del crimine, la pena sarebbe stata di pochissimi anni, per di più in cella con Rosa che sarebbe stata rilasciata al più presto. Non solo, nelle intercettazioni ambientali dal carcere Rosa in lacrime si rivolge al marito in questo modo: “Olli, ma noi… perché dobbiamo dire che siamo stati noi? Non abbiamo fatto niente”.

Il team di esperti sta ancora visionando tutti gli atti e i documenti che hanno portato alla condanna all’ergastolo di Rosa e Olindo. E viste le infinite incongruenze, sarebbero addirittura pronti a chiedere la revisione del processo.

Tags:
erbarosaolindoprocesso
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.