A- A+
Cronache
"Facciamo il bunga bunga, spogliati". Cogne, un 65enne ridotto in schiavitù
I Carabinieri di Montespaccato

Cogne, l'incubo di un 65enne. I suoi inquilini lo violentavano. La polizia scopre tutto

"Raccapriccianti violenze subite", annota il gip, videoriprese dal circuito di videosorveglianza dell’abitazione. Il caso è venuto alla luce perché la vittima, stremata, il 21 febbraio scorso ha suonato alla caserma dei carabinieri di Cogne e ha denunciato tutto ai militari, a quel punto sono scattati gli arresti. Così - si legge su Il Corriere della Sera - è finito l'incubo per un 65enne. L'uomo, nonché padrone di casa, era stato ridotto in schiavitù dai suoi due inquilini, una coppia di Caltanissetta, lei 64 anni e lui 57. Nei filmati acquisiti dai carabinieri le prove delle dieci violenze subite dalla vittima. Anche la donna partecipava agli stupri: "Adesso diventiamo cattivi, così fai felice mio marito. Spogliati subito che oggi facciamo il bunga bunga. E mi devi far divertire". Sono queste alcune delle frasi che la coppia diceva al malcapitato 65enne.

Leggi anche: Clochard aggredito a sprangate al volto: 16enne indagato per tentato omicidio

Leggi anche: Bari, ucciso il figlio del boss Capriati. La famiglia del caso Emiliano-Decaro

Lui li supplicava: "Mi sento male, non mi violentate". L'ultima volta il 18 dicembre scorso quando a scoprire che cosa accadeva nell'appartamento a Cogne le telecamere piazzate nell’appartamento riprendono una delle dieci violenze subite dal padrone di casa. Moglie e marito originari di Caltanissetta, vengono così accusati - prosegue Il Corriere - di riduzione in schiavitù. Abusi durati mesi sull'uomo, proprietario dell'appartamento che i coniugi avevano preso in affitto a giugno a Cogne. Il 26 marzo scorso i due sono stati arrestati dai carabinieri. La decisione del tribunale di Torino è attesa per il 4 aprile. La difesa dei due indagati non sarà semplice perché nell’ordinanza firmata dal gip sono riportati alcuni delle centinaia di particolari acquisti dai carabinieri del comando provinciale di Aosta dall’inizio delle indagini.

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

Politica

Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento


in vetrina
Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"





motori
Ayrton Senna Forever: Omaggio al Campione al MAUTO

Ayrton Senna Forever: Omaggio al Campione al MAUTO

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.