A- A+
Cronache


 

polizia francese 500

La polizia ha scoperto un macabro traffico di bambini rom che aveva come base Marsiglia e la Corsica. Due persone sono state incriminate e incarcerate. Secondo le prime ricostruzioni gli organizzatori avevano già venduto due neonati, uno ad Ajaccio a maggio e uno a Marsiglia a luglio. Per gli inquirenti i piccoli sono stati venduti  a circa 10mila euro ciascuno. Una terza "vendita" è stata sventata a Marsiglia.

La polizia ha scovato anche una delle persone che volova comprare uno dei piccoli. Che si è giustificata dicendo che non poteva avere figli, che lo ha fatto solo per amore. Ma il giro sembra molto più esteso di quello che fino a questo momento è stato scoperto. Non a caso è stato adottata l'ipotesi di reato di "traffico di bambini", con l'aiuto di intermediari senza scrupoli e di genitori che no potendo avere figli propri compiono scelte disperate oltre che illegali

Tags:
rombambinitrafficofrancia
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.